La cottura delle uova in lavastoviglie

Durante l' utilizzo della utilizzo della lavastoviglie si puo approfittare anche per quocere le uova alla coque.

Come si fa Acquistare uova provenienti da piccole aziende biologiche non intensive. In base al numero di uova da cuocere scegliere un vasetto di vetro abbastanza capiente. Disporre le uova nel vasetto, riempirlo d’acqua e chiuderlo ermeticamente con il coperchio. Inserire il vasetto in lavastoviglie ed azionare il lavaggio con il programma ECO. Al termine del ciclo di lavaggio estrarre il vasetto con le uova.

Le uova si possono servire direttamente nei porta-uova, come un normale uovo alla coque. Rompere la sommità, condirla con sale e pepe e servire con crostini di pane. In alternativa questa cottura è perfetta anche per arricchire una zuppa. Suddividere la minestra (minestrone, potage, vellutata, ecc.) nei piatti e rompere in ogni piatto un uovo. Completare con un filo d’olio, sale e pepe. Il programma ECO lava tra i 50 e i 55° circa, andrebbe sempre preferito agli altri tipi di programma in quanto quello che consente il minore consumo di acqua ed energia. Secondo Altroconsumo, che ha effettuato test su quasi 30 modelli di lavastoviglie, per lavare la stessa quantità (stoviglie di un giorno, quattro persone) si utilizzano:

  • 60 litri d’acqua circa, se a mano sotto l’acqua corrente;
  • 20 litri circa, a mano con una bacinella o tappando il lavandino;
  • 16 litri in media con lavastoviglie di classe A con programma Eco.

Consigli per l’utilizzo della lavastoviglie:

  • spegnete la lavastoviglie subito prima dell’inizio dell’asciugatura automatica. In questo modo risparmierete circa il 45 per cento di energia rispetto al ciclo completo;
  • cercate un brillantante ecologico o in alternativa usate l’aceto;
  • come detersivo preferite detersivo di origine vegetale e 100% biodegradabile. Esistono detersivi con marchio Ecolabel a costi accessibili.

Referenze

ecocucina

Altre notizie

Rosmarino e origano come farmaci per il diabete

Vellutata fredda di barbabietole

Il bio non sente crisi: aumentano gli ettari e gli addetti

Iscriviti subito alla newsletter settimanale!

Commenti