presentato da Solar Share

Shell la deve pagare

La National oil spill detection and response agency (Nosdra) ha confermato che la perdita è stata causata da una falla in un tubo flessibile per l’esportazione del petrolio. Circa 40mila…

La National oil spill detection and response agency (Nosdra) ha confermato che la perdita è stata causata da una falla in un tubo flessibile per l’esportazione del petrolio. Circa 40mila i barili finiti in acqua che hanno provocato danni a una superficie di 950 kmq.

Secondo la Shell, però, non ci sarebbero le basi legali per il provvedimento. L’intervento per evitare gravi ripercussioni all’ecosistema marino sarebbe stato portato avanti con professionalità e con il consenso delle autorità nigeriane. Ma secondo un rapporto del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente la compagnia anglo-olandese non avrebbe fatto il necessario per ripulire l’area e investe ancora troppo poco per la manutenzione delle sue strutture.

ExpoNet, il magazine ufficiale di Expo Milano 2015 racconta la complessità di persone, professioni, tecnologie, vite e destini nascosti dietro al cibo che troviamo ogni giorno in tavola. Partecipa, leggi di più su magazine.expo2015.org

Referenze

Reuters | Shell faces $5 bln fine over Nigeria Bonga oil spill

Altre notizie

La centrale idroelettrica si fa mini e diventa portatile

L’olio d’oliva diventa elettricità in Spagna

A Varese si costruirà il primo impianto di teleriscaldamento solare

Altri temi in questa categoria

Newsletter

Se questi temi sono di tuo interesse, se vuoi rimanere in contatto e ricevere tutti gli aggiornamenti sul mondo LifeGate, iscriviti alla newsletter settimanale. Iscriviti ora!