Succo di frutta in tutta Europa

100 milioni di litri di succo di frutta, bio.

Succo di frutta BIO: le vendite in Europa, sono lanciate verso il
traguardo dei 90 milioni di euro nel 2002, per una produzione di
100 milioni di litri

Uno studio di Organic Monitor (www.organicmonitor.com) rileva che
il mercato europeo dei succhi di frutta biologici si è
espanso oltre del 20% all’anno dal 1998. Tra i principali motivi,
le attività di marketing delle grandi catene di
distribuzione e il forte aumento della domanda per alimenti
salutari e nutritivi.

Quest’anno, sono la Germania e l’Italia a mostrare la più
forte impennata di vendite (in particolare i tedeschi sono forti
bevitori: da soli si trangugiano il 40% del totale europeo).
L’interesse per i succhi bio riflette la maggiore attenzione per i
temi della salute e della dieta e si traduce in una più
forte richiesta. I succhi biologici sono percepiti come più
“salutari” e più “naturali” di quelli convenzionali.
Perciò i succhi bio che sono ottenuti da freschi o fatti Not
From Concentrate (NFC) incontrano ancora maggior favore.

I succhi più richiesti? Mela e arancia. Quelli di verdure
(per esempio carote) sono un po’ meno popolari, anche se il
segmanto mostra, grazie al lancio di nuove varietà, una
buona… vitalità.

Articoli correlati