La grande fiera del fitness

Alla fiera del fitness la grande novità di questa stagione è stata la nuova sede della manifestazione, la sorpresa è stata piacevole

La Fiera del Fitness viene ogni anno attesa da migliaia di
appassionati, basti pensare che erano previsti dagli organizzatori
circa 350’000 visitatori; Testimonial ufficiali Adriana Volpe e
Pietro Taricone “o’ Guerriero”.
Presenti alla fiera piccole e grandi aziende del settore,
attrezzature, abbigliamento, integratori alimentari e servizi.

La grande novità di questa stagione è stata la nuova
sede della manifestazione, la sorpresa è stata piacevole
poiché sviluppandosi su un’area più vasta di quella
precedente la vivibilità, intesa come rapporto tra spazi e
persone, è molto migliorata ma di vere novità o
innovazioni non se ne sono viste molte.
L’impressione avuta da chi scrive è che ci sia stata una
certa regressione per quanto concerne l’immagine data da alcuni
degli espositori, che in qualche caso hanno dimesso il connubio
movimento, salute, prevenzione per avvicendarlo a quello estetico o
prestazionale.
A proposito di estetica sicuramente l’occhio maschile e quello
femminile hanno trovato soddisfazione, non solo tra i presenter
degli stand (in particolare modo dei nutrizionali) ma anche tra gli
avventori/avventrici, del festival.

Nel settore delle attività proposte è stata
confermata la tendenza allo sviluppo di quelle di gruppo. Nella
prossima stagione ci sarà sicuramente l’incremento delle
lezioni di questo tipo nelle sue diverse forme; che siano a corpo
libero o con gli attrezzi della sala fitness, o come derivato di
un’arte marziale.
Obiettivo è la creazione del gruppo che si allena insieme,
si motiva e si aiuta.

Le lezioni dimostrative più frequentate alla Fiera di Rimini
sono state lo spinning, le attività di gruppo derivate dalle
arti marziali, le attività toniche e tra le “novità”
è arrivato il ROWING, ovvero tutti insieme a remare, infatti
si tratta di una lezione di gruppo effettuata sui simulatori di
voga.
Attività come il Funky e l’Hip Hop sono quasi sparite dalle
esibizioni programmate dagli espositori, segnale di una diminuzione
della domanda di mercato.

In ogni caso, novità a parte, il Festival del Fitness rimane
un evento veramente unico nel suo genere, che attira l’attenzione e
la curiosità non solo degli operatori o di appassionati,
è una manifestazione a cui non si può mancare almeno
una volta nella vita.

Emanuele Oliva

Articoli correlati