Giornata mondiale dell’acqua. L’acqua e te

Il 22 marzo in tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua. Un’iniziativa promossa dall’Onu per far riflettere sull?importanza e sulla gestione sostenibile di questa preziosa risorsa.

L’appuntamento
[da: Corriere della Sera, giovedì 16 marzo]

Il 22 marzo in tutto il mondo si celebra la Giornata Mondiale
dell’Acqua. È un’iniziativa promossa dall’Onu per far
riflettere sull’importanza e sulla gestione sostenibile delle
risorse idriche del pianeta. Questa giornata dovrebbe anche
stimolare la cooperazione internazionale affinché l’accesso
all’acqua potabile sia riconosciuto al maggior numero di persone
possibile. Nel nostro paese ogni italiano beve in un anno circa 190
litri di acqua in bottiglia, di cui il 79% in contenitori di
plastica Pet: per ogni litro, dalla fonte, all’imbottigliamento, al
trasporto, allo smaltimento, si producono emissioni pari a circa
200 grammi di CO2, il che significa 38 chili di anidride carbonica
pro capite all’anno in totale. In commercio si trovano anche
bottiglie di plastica ricavata dall’amido di mais, in Pla, prodotte
attraverso processi di fermentazione, separazione e
polimerizzazione. Il Pla è un materiale compostabile: si
degrada nel terreno in circa 12 settimane. Per diminuire l’impronta
ecologica del nostro consumo d’acqua in bottiglia è
fondamentale aumentare la differenziata. Ad oggi a fronte di circa
420.000 tonnellate di bottiglie commercializzate ogni anno, Corepla
ne avvia al riciclo più del 41%.

L’architettura
dell’acqua: l’esempio dei Navigli di Milano
Milano
è circondata da un anello d’acqua, i Navigli, che ne sono un
simbolo noto, importante e… sottovalutato. Anche perché sono
rimasti per decenni in stato d’abbandono. L’associazione Amici dei
Navigli si occupa del loro recupero. Il presidente, l’architetto
Empio Malara, ci racconta i progressi.
Ascolta
l’intervista integrale

Acqua frizzante,
fresca (o succhi di frutta) dal rubinetto di
casa

Come fare a mantenere una condotta “eco” a
tavola se non riusciamo a fare a meno di acqua e bevande gasate? Ne
abbiamo parlato con Petra Schrott, marketing manager di Sodastream,
produttore di gasatori per la preparazione domestica di bevande
gasate e di acqua minerale frizzante.

Ascolta l’intervista integrale


Il
kit fai da te prodotto dall’Università di
Milano-Bicocca
Due ricercatori hanno brevettato
ImmediaTest-Acqua. Le cartine permettono di analizzare il ph, la
durezza e il contenuto di solfati, cloruri, nitriti e nitrati
dell’acqua di casa. Il principio è simile a un test di
gravidanza, facile, veloce, indicativo.


I
numeri dell’acqua

40 litri: la quantità
minima vitale di acqua dolce necessaria al giorno. 300 litri:
quella che usiamo in Italia. 1 miliardo: le persone che non hanno
un rubinetto in casa. 16.000 litri: l’acqua necessaria per una
bistecca…


Le
nuove campagne di sensibilizzazione e raccolta
fondi

Per l’Unicef, in Usa i ristoranti faranno
pagare un dollaro per i bicchieri d’acqua di rubinetto che finora
erano gratis. E per Green Cross, ogni confezione di profumo Armani
garantirà 100 litri di acqua potabile per i bambini in Ghana.

Articoli correlati