Ecco tutte le spiagge Bandiere Blu d’Italia

Presentata l’edizione 2012 di “Bandiere Blu”, il riconoscimento organizzato dalla Fondazione per l’educazione ambientale per la qualità delle spiagge.

Edizione 2012 dell’iniziativa ‘Bandiere Blu’. Ogni anno la
Fondazione per l’educazione ambientale (Fee) Italia censisce le
performance di spiagge e località turistiche italiane sulla
base di parametri quali acque del mare limpide, lidi accessibili a
tutti, servizi all’utente e ai turisti, quantità e
qualità della raccolta differenziata, attività di
educazione ambientale in loco.

Bandiere blu 2012. Le spiagge e le
regioni
Quest’anno questo riconoscibile (e ambito)
vessillo di qualità va a 131 Comuni italiani (cinque in
più rispetto ai 126 dello scorso anno) nel cui ambito sono
comprese 246 spiagge, tredici in più rispetto alle 233 dello
scorso anno. Due comuni l’hanno persa (Rimini in Emilia Romagna e
Fiumefreddo in Sicilia) ma sono sette i comuni che entrano:
Monopoli in Puglia; Melissa in Calabria; Anacapri in Campania;
Petacciato in Molise; Palau in Sardegna; Ventotene nel Lazio, nelle
isole Pontine; Sanremo in Liguria. Regione quest’ultima che, con 18
località (una in più sul 2011) si mantiene salda al
comando:e delle sue province, Savona è la più “blu”.
Dopo la Liguria seguono Marche e Toscana a pari merito con 16
località; poi Abruzzo con 14. Si porta a quota 13 la
Campania, la Puglia arriva a 10. L’Emilia Romagna, senza Rimini,
conta 8 riconoscimenti. Nessuna novità per il Veneto con 6
Bandiere Blu; 6 i vessilli anche per la Calabria che guadagna una
località, così come la Sardegna, che ottiene un
riconoscimento in più rispetto all’anno scorso. Il Lazio
sale a quota 5, mentre la Sicilia scende a 5, perdendo una
località. Friuli Venezia Giulia e Piemonte riconfermano le 2
Bandiere Blu dell’anno scorso, mentre il Molise guadagna un
riconoscimento in più, ricevendo 2 Bandiere Blu. La
Basilicata e la Lombardia (non certo regioni a vocazione marittima)
confermano una sola bandiera.

Tutte le spiagge premiate nel 2012
Tutte le
spiagge Bandiere Blu 2012 secondo l’assegnazione da parte della Fee
(la Fondazione per l’educazione ambientale): – PIEMONTE (2):
Cannero Riviera (Verbania); Cannobio Lido (Verbania) – LOMBARDIA
(1): Gardone Riviera (Brescia) – FRIULI VENEZIA GIULIA (2): Grado
(Gorizia); Lignano Sabbiadoro (Udine) – VENETO (6), provincia di
Venezia: San Michele al Tagliamento – Bibione, Caorle, Eraclea-
Eraclea mare, Jesolo, Cavallino Treporti, Venezia – Lido di
Venezia; – LIGURIA (18): Camporosso, Bordighera, Sanremo –
Imperatrice (Imperia); Loano, Finale Ligure, Noli, Spotorno,
Bergeggi, Savona -Fornaci, Albissola Marina, Albisola Superiore,
Celle Ligure, Varazze (Savona); Chiavari, Lavagna, Moneglia
(Genova); Lerici, Ameglia – Fiumaretta (La Spezia) – EMILIA ROMAGNA
(8): Comacchio-Lidi Comacchiesi (Ferrara); Ravenna – Lidi
Ravennati, Cervia-Milano Marittima/Pinarella/Cervia (Ravenna);
Cesenatico, San Mauro Pascoli-San Mauro mare (Forlì-Cesena);
Bellaria Igea Marina, Cattolica, Misano Adriatico (Rimini) –
TOSCANA (16): Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio
(Lucca); Pisa-marina di Pisa-Tirrenia-Calambrone (Pisa);
Livorno-Antignano/Quercianella, Castiglioncello e Vada di Rosignano
Marittimo, Cecina-Marina/Le Gorette, marina di Bibbona, Castagneto
Carducci, San Vincenzo, Piombino-parco naturale della Sterpaia
(Livorno); Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina e
Principina di Grosseto, Monte Argentario (Grosseto) – MARCHE (16):
Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo-Marotta (Pesaro-Urbino);
Senigallia, Ancona Portonovo, Sirolo, Numana (Ancona); Porto
Recanati, Potenza Picena – Porto Potenza, Civitanova Marche
(Macerata); Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio, Cupra Marittima,
Grottammare, San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno); – LAZIO (5):
Anzio (Roma); Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga,
Ventotene-Cala Nave (Latina) – ABRUZZO (14): Martinsicuro, Alba
Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto,
Silvi (Teramo); Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni,
Fossacesia, Vasto-Punta Penna/San Tommaso,, San Salvo (Chieti);
Scanno (L’Aquila) – MOLISE (2): Termoli, Petacciato-Marina
(Campobasso) – CAMPANIA (13): Massa Lubrense, Anacapri – Punta
Faro/Gradola (Napoli); Positano, Agropoli, Castellabate,
Montecorice-Agnone/Capitello, Pollica-Acciaroli/Pioppi, Casal
Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro,Vibonati, Sapri
(Salerno) – BASILICATA (1): Maratea (Potenza) – PUGLIA (10): Rodi
Garganico (Foggia); Polignano a Mare, Monopoli-Lido Rosso/Castello
S.Stefano/Capitolo (Bari); Fasano, Ostuni (Brindisi); Ginosa-Marina
di Ginosa (Taranto); Otranto, Melendugno, Salve, Castro (Lecce) –
CALABRIA (6): Cariati, Amendolara (Cosenza); Cirò Marina,
Melissa-Torre Melissa (Crotone); Roccella Jonica, Marina di Gioiosa
Jonica (Reggio Calabria) – SICILIA (5): Lipari-Lipari/Vulcano
(Messina); Ispica-Santa Maria del Focallo/Ciricà, Pozzallo,
Ragusa-Marina di Ragusa (Ragusa); Menfi (Agrigento) – SARDEGNA (6):
Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca, La Maddalena-Punta
Tegge/Spalmatore, Palau-Palau Vecchio/Sciumara (Olbia-Tempio);
Castelsardo-Ampurias (Sassari); Oristano-Torre Grande (Oristano);
Quartu Sant’Elena-Poetto (Cagliari).

Fondazione per l’educazione ambientale (Fee) Italia

“A vincere sono i comuni, i quali devono garantire
servizi e attrezzature sulle spiagge – dice Claudio Mazza,
presidente di Fee Italia – la situazione economica internazionale e
una domanda turistica sempre più attenta all’ambiente,
impongono senza più ritardi alle Amministrazioni locali
delle scelte concrete in chiave di sostenibilità e
qualità”. Dal Codacons la richiesta alla Fee di premiare
anche le spiagge più convenienti.

Articoli correlati