4 risate su… è primavera, che bello

Cio

Sono costretto a rimanere chiuso in casa fino a metà Giugno.
Se esco è fatta, inizio a starnutire e non mi fermo
più per due mesi.
L’anno scorso ho consumato tanti di quei fazzolettini di carta, che
a Natale la Scottex mi ha mandato il panettone!
Non sono cose belle.

E poi, in primavera, mi scatta “l’ormone bizzarro”. Se esco, mi
ritrovo inspiegabilmente ad inseguire tutte le ragazze che vedo,
desideroso di toccargli il sedere. Il che non sarebbe poi una cosa
così brutta, ma mi succede anche quando esco con la mia
ragazza!
In primavera proprio non mi controllo più. Una volta ci ho
provato pure con la signora Iole, la mia vicina di casa, che ha 75
anni. Eravamo lì sul pianerottolo e mi sono ritrovato a
dirle una frase tipo:
“Ehilà, signora Iole, che belle gambe! A che ora
aprono?”
E’ stato imbarazzante. Mi ha spaccato il bastone di legno sulla
schiena.

Un paio di primavere fa, comunque, un mio “tacchinamento” è
andato a buon fine. Ricordo che ero riuscito a portarmi a letto una
ragazza e dopo aver fatto l’amore lei mi ha guardato e mi ha
detto
“Seiproprio un pessimo amante”.
E io: “Come fai a dirlo dopo solo 10 secondi?”

E si decisamente la primavera non fa per me, preferisco le stagioni
invernali. Almeno, in inverno, a 15 secondi ci arrivo!

Matteo Monforte

Articoli correlati
Le citazioni più belle per sempre #3

Le citazioni che LifeGate quotidianamente pubblica sulla sua pagina Facebook sono scelte da libri (veri), antologie, racconti, romanzi e dialoghi di film.

Lo scienziato felice

Per trovare il nostro pensiero non dobbiamo seguire i condizionamenti sociali, ma rimetterli in discussione. Ci sono due tipi di arte: quella che genera piacere e quella che genera felicità.

Balene. Scacco al capitano Achab!

Nonostante la moratoria internazionale alla caccia alle balene, ogni anno migliaia di cetacei muoiono, uccisi dalle baleniere, come accade nel celebre romanzo di Melville. Ma qualcosa sta per cambiare.

Equitazione e bambini

Uno sport utilissimo per la crescita psico-motoria del bambino. Il rapporto con il pony sviluppa anche il senso della responsabilità e dell’amicizia con l’animale.