4 risate sul… sesso

Dissacrante ironia sugli stereotipi machisti.

La mia sessualità la vivo in maniera molto serena e
tranquilla. Fino a poco tempo fa ero single, avevo storie brevi che
finivano tutte nel giro di 30/40 secondi, ovvero il tempo standard
di una mia prestazione sessuale, ma mi divertivo molto, anche
perché ho sempre trovato delle
ragazze simpaticissime che mi facevano delle battute
divertentissime!
Ultimamente, ad esempio, sono uscito con una vigilessa: la storia
è finita perché l’ultima volta che abbiamo fatto
l’amore, lei mi ha multato per eccesso di velocità. Non
è stata simpaticissima?
A un’altra, invece, le piaceva se, mentre facevamo sesso, io le
facevo l’imitazione di topo Gigio. Diceva che così, almeno
un po’, si divertiva.
Forte, no? Vabbè, non rinvanghiamo i bei tempi. Ora, invece,
ho la ragazza fissa e la mia vita sessuale si è finalmente
stabilizzata. Una volta all’anno, il 14 Febbraio, solitamente
mentre lei dorme.

Matteo Monforte

*

E’ stupendo scoprire come, a volte, io e la mia donna siamo la
stessa cosa e non si riesca a capire dove finisco io e dove inizi
lei. A parte nel sesso: di solito, lei inizia quando io ho
già finito da una mezz’oretta! No, a parte gli scherzi,
sessualmente io vado alla grande, nessuna si è mai
lamentata, anzi, mi rimpiangono tutte. Giusto ieri ho
scoperto che una mia ex si è fatta suora. Sulle prime ci
sono rimasto un po’ male, poi ho pensato: “beh, dopo di me solo
Dio!”

Daniele Raco

*

Avrei voluto avere
il tempo di parlarti,
avrei voluto avere il tempo di conoscerti,
avrei voluto avere il tempo di capirti ma…
dopo 2 minuti me l’hai data!

Flavio Oreglio

*

Articoli correlati