A fior di pelle, dolce fragranza

Gli oli essenziali si possono applicare sul corpo a condizione di saperne riconoscere pregi e difetti. Fragranza delicata, da trattare con attenzione

Rapiti dalla fragranza dei loro profumi, è davvero
impossibile attribuire dei difetti agli estratti oleosi. Come
è possibile che sostanze dagli effluvi così
gradevoli..nascondano delle piccole spine? Tuttavia, è
proprio al momento di passare dal naso…alla pelle, che si deve
fare attenzione.

A causa della concentrazione e delle caratteristiche specifiche di
ogni estratto, gli oli essenziali possono irritare la pelle, specie
in presenza di particolari fattori personali e ambientali.

  • Non applicate mai oli essenziali puri direttamente sulla pelle,
    tranne dopo aver ricevuto precise indicazioni da parte di persone
    esperte.
  • Evitate il “fai da te”. Dalla salute della nostra pelle dipende
    non solo il benessere fisico, ma anche il buon rapporto con noi
    stessi e con gli altri.
  • Se la prima regola è “seguire sempre le prescrizioni”,
    la seconda è “meglio diminuire anziché aumentare” le
    dosi. Questo vale soprattutto se non abbiamo mai utilizzato quel
    particolare olio o ricetta sul nostro corpo.
  • Le persone che hanno una pelle particolarmente delicata o
    soffrono di eritemi e di allergie, prima di ogni applicazione
    dovrebbero testare una goccia della miscela oleosa sulla piega
    interna del gomito. Se in quell’area si manifesta un rossore
    diffuso, è bene fare attenzione alla sostanza. Questo non
    sempre significa abolirla, ma utilizzarla in quantità minori
    rispetto a quelle in media consigliate.
  • Attenzione alla qualità. Come per tutti i prodotti in
    commercio, anche gli oli essenziali sono soggetti a manipolazioni,
    possono essere sintetici o naturali, provenire da coltivazioni
    biologiche e non. Molto spesso le allergie non dipendono tanto
    dalle caratteristiche dell’olio, quanto da residui di pesticidi o
    fattori aggiunti durante l’estrazione o la lavorazione.
  • L’olio essenziale di angelica, di bergamotto, in misura minore
    di ipperico e gli oli derivati dagli agrumi non devono mai essere
    applicati sulla pelle prima di esporsi al sole o fare una lampada.
    Esaltano, infatti, la sensibilità della pelle alla luce fino
    a procurare gravi ustioni.

Licia Borgognone

Articoli correlati