A Merano l’eccellenza nel bicchiere

Anche quest’anno buongustai, gourmets e appassionati del vino si sono ritrovati a Merano nella sede principale del palazzo del Kurhaus.

Anche quest’anno buongustai, gourmets e appassionati del vino si
sono ritrovati a Merano nella sede principale del palazzo del
Kurhaus ma anche in piazza Terme, come a Castel Kallmünz,
Castello Principesco, Teatro Puccini, Hotel Steigenberger, Castel
Tirolo.
Oltre 6000 appassionati e operatori del settore hanno visitato la
manifestazione durante la tre giorni che, dal 1992, è
occasione d?incontro tra il produttore e il consumatore,
poiché offre la possibilità di ?assaggiare? in prima
persona il mondo del vino e dei prodotti tipici di alta
qualità, selezionati nel corso dell?anno da ben dieci
commissioni d?assaggio.

L?obiettivo 2008 del presidente Helmuth Köcher è
stato raggiunto: l?aumento del prezzo del biglietto il sabato ha
spostato parte dell?afflusso nelle giornate di domenica e
lunedì, permettendo così ai produttori di dedicarsi
con un po? più di tranquillità alle spiegazioni e
alle degustazioni.

Anche quest?anno la viticoltura biologica e biodinamica ha
goduto di una postazione d?onore: l?apposita sezione
bio&dinamica, ospitata nella suggestiva cornice dello storico
Castel Kallmünz di Merano (a pochi minuti dal palazzo sede
della manifestazione), ha accolto una selezione dei migliori vini
ottenuti da metodo biologico e biodinamico, per i quali è
richiesta particolare attenzione e rispetto di quelli che sono i
ritmi naturali della terra, i flussi meteorologici e climatici
nonché celesti, in particolare l?influsso delle fasi
lunari.

Paola Magni

 

Articoli correlati