A tutto sole!

Dal 3 al 7 settembre, alla fiera di Milano, va in scena la 22esima Fiera Europea del fotovoltaico. L’abbiamo visitata per cogliere le novità del settore.

A prima vista sembra una fiera dedicata agli addetti ai lavori.
Molte le persone presenti, di varie nazionalità, si aggirano
tra i vari padiglioni. Ingegneri, costruttori, giornalisti, ma
anche curiosi.

Le varie case costruttrici presentano qui i loro nuovi
moduli fotovoltaici
, descritti con dati tecnici
effettivamente di difficile comprensione ai più.

Ad una più attenta analisi però, scoviamo spunti
interessanti.

Tra i vari stand incontriamo Giovanni Ghersi, l’addetto stampa
della Solar World, azienda leader mondiale nella produzione di
pannelli fotovoltaici. Ci presenta in anteprima la SolarWorld No.
1. Un
prototipo di automobile
alimentato esclusivamente ad

energia solare
ma capace di raggiungere
velocità di 120km/h.

Progettata per partecipare ad una competizione mondiale, che
vede sfidarsi veicoli spinti unicamente ad energia solare
nell’attraversamento dell’Australia.

“Il progetto – spiega Ghersi – è stato fortemente voluto
per generare conoscenza e suscitare un crescente interesse tra le
giovani generazioni intorno ai progetti di ricerca sull’energia
solare. SolarWorld No. 1 è lunga cinque metri.

La sua superficie è ricoperta per sei metri quadrati da
celle solari capaci di generare energia sufficiente a spingere la
macchina alla velocità massima di 120km/h e a un’andatura di
crociera di 85km/h per tutto il giorno”.

Abbiamo poi la fortuna di poter scambiare due parole con
l’ingegnere Paolo Rocco Viscontini, fondatore di Enerpoint,
l’azienda più importante in Italia di distribuzione e
installazione di pannelli fotovoltaici.

Le sue dichiarazioni sono chiare e confortanti: “Le prospettive
di crescita del mercato del fotovoltaico sono incoraggianti –
afferma – grazie anche al nuovo
‘Conto Energia’
, i MegaWatt installati nel 2007
triplicheranno rispetto all’anno scorso (da 20 si passerà a
60), e per il 2010 ci si aspetta di arrivare ai 500 MegaWatt.”

La nostra attenzione viene attirata poi da un display sul quale
appaiono alcune cifre. È uno degli optionals che si possono
aggiungere all?impianto aziendale o di casa e informa costantemente
sulla quantità di energia prodotta, consumata e, cosa
più interessante, su quanta CO2 è stata risparmiata
all’ambiente grazie all’energia solare.

Un gadget curioso, utilizzato sia dalle amministrazioni
pubbliche quanto dai privati,per comunicare il loro impegno per il
rispetto dell’ambiente e l’utilizzo di risorse sostenibili.

 

Articoli correlati