“Abitare” una visione del mondo

L’architettura è funzionale perché tramite di essa gli uomini, le collettività danno vita a processi di analisi e di modificazione della natura, del territorio a seconda dei propri bisogni.

L’architettura si connota come attività funzionale,
attraverso la quale le singole collettività e, prima ancora,
i singoli individui procedono all’analisi dei loro bisogni, delle
loro esigenze rapportandole successivamente all’ambiente ed
eventualmente modificandolo.

Molte volte quindi si può parlare di architettura come
funzione, o meglio di architettura funzionale. Ma cosa significa?
Semplicemente vuol dire che l’architettura, la sua essenza si
concretizza nello svolgere una specifica funzione.

L’architettura è funzionale perché tramite di essa
gli uomini, le collettività danno vita a processi di analisi
e di modificazione della natura, del territorio a seconda dei
propri bisogni.
Ma questo non è tutto, perché non sarebbe sufficiente
a spiegare anche la valenza culturale dell’architettura. Infatti
essa ha anche un valore spirituale strettamente connesso a quello
materiale-funzionale: gli elementi che compongono l’habitat umano
si connotano di valore simbolico poiché oltre alla funzione
materiale c’è la compresenza della funzione spirituale.

Inoltre l’importanza dell’architettura è quella di non
essere estranea alla visione del mondo di cui fa parte, e di cui
fanno parte anche i suoi committenti e i suoi esecutori. Essa non
è “a-temporale”, ma viceversa partecipa attivamente alla
cultura e alle sue trasformazioni.
L’architettura nel tempo diventa così un immenso archivio
storico nel quale abilmente possiamo rintracciare le impostazioni
culturali, filosofiche, storiche e religiose di una
società.

In questo senso si colloca la bioarchitettura. Il suo tentativo
è quello di permettere un dialogo tra il costruito, l’uomo e
l’ambiente in quanto è solo di recente che si è
riscoperta l’esigenza di questo dialogo.

Articoli correlati
Avvicinarsi allo yoga è l’inizio di un viaggio

Sembrano solo due ore in palestra ma non è così. Con le sue origini che si perdono nella notte dei tempi, lo yoga è un sistema filosofico che può migliorare la vita. L’editoriale di Giulia Borioli, presidente di YogaFestival.