Acqua, aria, fuoco, terra. Per sentire la natura

Un libro per sentire la natura, in tantissimi di quegli aspetti che essa ci regala. E per capire che spesso con i nostri gesti le provochiamo dolore e la rendiamo molto più brutta.

Il fuoco che divampa aggressivo, il fuoco del focolare. Casa
dolce casa.
Il bene e il male nel manicheismo più basilare. Quello che
rappresenta in nuce la vita. La nostra, quella di tutti i giorni.
Piena, vuota, contraddittoria, violenta, serena, angosciante,
rassicurante.

Così acqua, aria, fuoco e terra, elementi primigeni, sono
i protagonisti di questo bel libro fotografico del National
Geographic. Si stagliano sulle pagine accompagnati da brevi
descrizioni. Si declinano in condizioni disparate e diverse.

E’ un libro che suscita emozioni, questo.
E’ un libro da sfogliare, per immaginare.
E’ un libro da gustare, per perdersi nei colori, per rendere
più vivide le nostre emozioni.
Ma soprattutto è un libro per sentire la natura, in
tantissimi di quegli aspetti che essa ci regala. E per capire che
spesso con i nostri gesti le provochiamo dolore e la rendiamo molto
più brutta.

 

Articoli correlati
Tiziano Terzani: lettere contro la guerra

Tiziano Terzani scriveva questo libro tra 2001 e 2002, immediatamente dopo l’attacco alle Torri Gemelle. Ricordiamo il suo lungo pellegrinaggio di pace che non smette mai di essere attuale.