Agenzia Federale per l’Ambiente, Dessau

La sede del Ministro dell’ambiente (UBA) costituisce un caso specifico degno di nota per lo studio dell’edilizia sostenibile.

La sua posizione, situata nell’ex “Quartiere del Gas” di Dessau,
è stata appositamente selezionata per evidenziare le
opportunità e i problemi posti dalle ristrutturazioni
urbanistiche.
Il terreno contaminato sarà trattato e le strutture
preesistenti verranno integrate nel nuovo complesso.

La forma del nuovo edificio consente agli abitanti di Dessau di
accedere a gran parte del complesso, in cui va incluso anche un
parco pubblico che, una volta costruito, diventerà
l'”indirizzo” dell’UBA.

L’ingresso al nuovo edificio si trova nell'”UBA Forum”, uno spazio
a forma di mezzaluna che porta il parco dentro l’edificio e funge
da legame tra le varie zone pubbliche (tra le quali si annoverano
una biblioteca, un centro informazioni e una sala congressi) e gli
uffici. Per raggiungere questi ultimi si prosegue attraverso un
atrio terrazzato situato in posizione centrale rispetto ai vari
dipartimenti del Ministero.

La nuova architettura combina un volume compatto e un elevato grado
di isolamento termico con intelligenti strategie di
progettazione.
Inoltre, si avvale di fonti energetiche rinnovabili utilizzando in
particolare uno dei più grandi scambiatori di calore
attualmente disponibili, capace di trarre calore dalla massa
termica del suolo. La scelta dei materiali edilizi, eseguita in
base alla loro sostenibilità ecologica, precorre le future
norme legislative in materia.

Grazie ai suoi spazi caratterizzati da una singolare atmosfera
spaziale e materiale, il progetto di Sauerbruch Hutton si spinge
oltre la qualità ambientale del luogo di lavoro e i criteri
di sostenibilità edilizia, per rivolgersi alla percezione
sensoriale delle persone che utilizzeranno l’edificio.

Tomaso Scotti

Articoli correlati