Aggiornamento dal SANA

Abbiamo visitato per i lettori di LifeGate il SANA di Bologna: pochi spuntini, tanti spunti.

Camminando tra i padiglioni del SANA di Bologna (raggruppati nelle
aree tematiche ambiente – salute – alimentazione) abbiamo visto
quest’anno grandi e piccoli stand ricolmi di… depliant di carta
patinata, di mille prodotti rigorosamente custoditi sotto chiave
dietro fredde vetrine, con i responsabili dietro i banconi
più interessati a riordinare i loro fogliacci che ad offrire
assaggi e degustazioni dei loro prodotti.

Peccato, perché alla grande fiera del biologico ci si poteva
aspettare, essendo un settore in grande espansione, tanti
espositori più… espansivi. Invece c’era la frutta e la
verdura bio chiusa in confezioni di plastica, pomodori e peperoni
sotto chiave in cubi di plexyglass, seitan e tofu custoditi in
fortini che sembravano bunker – come per difenderli dall’assalto di
chi passeggiava lì fuori e magari nutriva l’impertinente
desiderio, guarda un po’, di assaggiare quelle sane
squisitezze.

In compenso, in mancanza d’assaggi di profumi e sapori, noi di
LifeGate possiamo solo restituire al lettore affamato qualche
assaggio delle voci e delle parole dei numerosi convegni dedicati
al mondo del biologico, organizzati nell’ambito del SANA. Buona
lettura.

Articoli correlati