Ambiente e Internet a scuola

Avere cura dell’ambiente e delle risorse naturali pu

Cominciando dai più piccoli, con l’insegnamento di comportamenti responsabili verso l’ambiente e le risorse naturali, è più facile riuscire a educare i giovani verso comportamenti ecologicamente corretti da attuare nella vita
quotidiana. A casa, nella vita di tutti i giorni, è possibile educare i bambini a delle abitudini come quelle di non
sprecare l’acqua, spegnere le luci, separare i rifiuti. Alla scuola spetta il passo successivo, con l’insegnamento di conoscenze teoriche sull’ambiente e la natura, di collegamenti tra attività umane e problematiche ambientali, delle possibili soluzioni e alternative. Per rendere l’educazione ambientale più accattivante può essere utile seguire dei giochi, concorsi o progetti al riguardo pubblicati su Internet.

 

Qui di seguito una scelta di siti che si occupano di educazione ambientale nei vari livelli scolastici.

www.treeggers.com
Un sito che si rivolge alle scuole elementari. Cinque personaggi, i “treeggers”, accompagnano i bambini nel mondo delle foreste, del legno e delle relative problematiche. Le scuole che si iscrivono al sito possono partecipare a dei concorsi sull’ambiente i cui risultati vengono in seguito pubblicati. Inoltre vi si trova un cartone animato sui “treeggers” che coinvolge i bambini emotivamente con il mondo delle foreste e degli alberi. Ottimo per avvicinare i bambini all’ uso del computer per scopi di studio.

www.greencrossitalia.it
Cliccando sulla parola “educazione” (a sinistra in alto) si apre la sezione dedicata alla scuola, dalle elementari alle superiori. Greencross è un’associazione internazionale dedicata all’ambiente. Da 12 anni organizza dei concorsi concernenti tematiche ambientali. Vi si può partecipare con immagini, scrittura o comunicazione integrata.

www.wwfitalia.it
Qui si trovano vari progetti per le scuole, quasi tutti in forma di descrizione di un kit o di libri da ordinare e da usare per svolgere il lavoro in classe. Il progetto “Kids for the Alps” invece si segue interamente su Internet. Anche questa è una buona occasione per avvicinare questo strumento di studio ai ragazzi.

www.legambiente.com
Cliccando sul numero 6 (scuola e formazione) si può accedere a “La mappa del tesoro” o “La scuola adotta un comune”. Nella Mappa del tesoro le scuole partecipano a un programma di lavoro sulla biodiversità e i parchi. Ne “La scuola adotta un comune” vengono messe in contatto scuole di comuni con meno di 5000mila abitanti, di solito posti ricchi di bellezze naturali, ma isolati dal mondo, con scuole dei grandi centri.

www.feeitalia.org
Un sito con un programma internazionale per l’educazione all’ambiente e alla sostenibilità chiamato “ecoscuola”. Si
orienta ai criteri guida di Agenda 21 e rilascia un riconoscimento a chi vi ha partecipato. Richiede un discreto impegno da parte della classe e deve avere l’approvazione del preside e del consiglio d’istituto.

Rita
Imwinkelried

http://www.epa.gov/kids/

Articoli correlati