Amore & lavoro

Lavoro e amore sono sempre considerate due sfere separate, ma in realtà il lavoro si fa bene solo quando ci si mette amore.

Molti pensano, nella nostra società, che l’amore sia un concetto astratto, oppure un sentimento collegato solo con il corpo, con la sessualità. In realtà l’amore è il potere che muove ogni cosa nella natura ed è il potere che potrebbe muovere ogni uomo, ogni organizzazione, ogni comunità, società, paese, continente. La leadership più grande, e l’unica veramente possibile, passa attraverso l’amore di sé e degli altri, cominciando da quelli che entrano nella propria sfera di relazione.


Ogni uomo possiede in sé infinti semi d’amore. È sufficiente alimentarne uno, ogni giorno, per vederlo fiorire nelle azioni più belle, nelle imprese più solide, nei prodotti più ispirati. La funzione che possiamo tutti svolgere, in questo momento, è alimentare e curare i propri semi dell’amore, per farli crescere e prosperare nella propria carriera, nelle proprie relazioni ed in tutte le sfere della vita. Non è una impresa difficile e il momento di fare questa svolta arriva immancabilmente, l’opportunità si presenta, e più volte, a tutti.


Attraverso l’amore è possibile fare le cose ritenute “impossibili”, ma anche le cose più umili, le più piccole, e sentirsi ugualmente appagati. Con l’amore si va oltre il giudizio, il confronto, la paura, si superano queste categorie che regnano negli ambienti assuefatti alla sofferenza e si raggiunge la consapevolezza di poter vivere una vita nella gioia, nella bellezza e nella prosperità.

Lavoro e amore sono sempre considerate due sfere separate…

Lavoro e amore sono sempre considerate due sfere separate, ma in realtà il lavoro si fa bene solo quando ci si mette amore. A livello dell?inconscio collettivo non è un messaggio nuovo, tutti conoscono il significato e il valore dell’espressione “fatto con amore”. I grandi capolavori del Rinascimento sono fatti con amore e manifestano amore: verso il mestiere, verso Dio, verso l’abilità e la conoscenza, verso i mecenati. Anche noi possiamo porci così, verso i nostri colleghi, verso i nostri clienti e perché no, anche verso i concorrenti.


Sembra difficile applicare il concetto d’amore per un concorrente, ma quando si utilizza non si mette da parte questo sentimento, nel suo senso più ampio, in ambito lavorativo, nascono le alleanze, le sinergie, ci si rinforza. Il mercato reagisce meglio a all?amore che alla logica dello scontro.

All’interno e all’esterno, nel mondo del lavoro, la sincerità è la qualità che contraddistingue il rapporto d’amore. Due amanti, tra di loro sono sinceri, non si nascondono le cose, ma stanno insieme aprendosi l’uno con l’altro. Nel lavoro la sincerità permette di instaurare e mantenere relazioni sinergiche con tutte le persone: sì perché il lavoro è prima di tutto una “relazione tra le persone”, colleghi, clienti, fornitori, concorrenti, ma anche, indirettamente, acquirenti e consumatori.

Articoli correlati