Calendario di primavera

Un calendario primaverile ricco di eventi ed iniziative per regalarci piacevoli momenti a contatto con le bellezze d’Italia. monumenti e ville riaprono

Un calendario primaverile ricco di eventi ed iniziative per regalarci piacevoli momenti a contatto con le bellezze d’Italia

Riaprono dopo una chiusura invernale:

  • L’Abbazia di San Fruttuoso a Comogli (GE), una proprietà
    del FAI. Rimane aperta tutti i giorni tranne i lunedì non
    festivi a partire dal 1°marzo. Il 23 marzo apre la mostra “Da
    animali predati ad animali protetti”. Mostra didattico-scientifica
    dedicata alle tartarughe nel Mediterraneo: specie, spostamenti,
    problematiche di sopravvivenza e protezione. Sezione dedicata ai
    manufatti in tartaruga, da musei e collezioni private.
  • La Villa del Balbianello a Lenno (CO), una proprietà del
    FAI. A partire da aprile diventa visitabile il giardino, tutti i
    giorni tranne lunedì e mercoledì. Per la visita della
    villa invece è necessario la prenotazione.
  • Il Giardino dei Tarocchi a Garavicchio di Capalbio (Grosseto)
    con le sculture dell’artista francese Niki de St. Phalle. Il parco
    sculture riapre il 15 di maggio.
  • Il Parco della fattoria di Celle a Santomato (Pistoia), a
    metà aprile. Vi si trova una collezione di arte
    contemporanea immersa nel paesaggio unica in Italia. Per la visita
    bisogna prenotare con fax al numero 0573-479486 o con e-mail a
    [email protected]

Inaugurano la primavera con eventi:

  • Il Monastero di Torba a Gornate Olona (VA) il 7 aprile con
    “Torba Fiori”, una Festa della primavera con tantissimi fiori in
    esposizione e in vendita. Mostra di bonsai da collezione con
    esperti a disposizione per consigli e suggerimenti. “What about
    flowers”, mostra fotografica dei più bei fiori di Alberto
    Bortoluzzi.
  • La Villa della Porta Bozzolo a Casalzuigno (VA) dove il 16 e 17
    marzo si svolgerà l’undicesima edizione delle Giornate delle
    Camelie e “Terra di Giappone”. Verrà presentato in anteprima
    la camelia gialla del Vietnam. Vendita di tè, di oggetti
    della tradizione e della cultura giapponese e di cartonnage a tema.
    E poi finestre aperte su alcune delle più importanti icone
    del Sol Levante (solo la domenica): Kyudo la cerimonia del tiro con
    l’arco, kitsukè, il momento della vestizione del kimono,
    brani del teatro noh e dimostrazioni di shodo (l’arte della
    calligrafia). Vendita e assaggi di sushi. Il 20 e 21 aprile
    è previsto una “Due giorni per la campagna” con gastronomia
    biologica e prodotti della terra, folklore, animali della fattoria,
    botteghe artigiane con dimostrazioni e vendita. L’orto in
    primavera: dimostrazioni e consigli a cura della Scuola di
    Ortofrutticoltura della Fondazione Minoprio.
  • La Villa Menafoglio Litta Panza a Varese che inaugura il 20
    aprile la mostra “Mecenati e pittori. Riflessioni sul ritratto del
    ‘900″. E’ una mostra di una ventina fra dipinti e sculture eseguiti
    dai maggiori artisti della prima metà del secolo scorso
    (Carrà, Casorati, Modigliani, Depero ecc.) raffiguranti
    importanti personaggi che operarono a favore delle arti come
    collezionisti. Per i bambini: Atelier di ritratti.
  • Il Castello di Avio, a Sabbionara d’Avio (TN), dal 16 marzo al
    1°aprile con la mostra “Particolari delicati”, con vetri
    colorati a mano, antichi e vecchi, in fogge straordinarie e per
    utilizzi diversi: bottiglie, saliere, lacrimatoi, decanter,
    portaprofumi.


Rita Imwinkelried

Articoli correlati