Angeli e Cani, l’infanzia rubata

Il romanzo è la storia dell’inchiesta di una giornalista sull’infanzia rubata, sul traffico internazionale di bambini.

“Qualcuno si riprende, a fatica” risponde May “Vengono seguiti
da medici e terapeuti per buona parte della loro esistenza e
riescono a vivere abbstanza decentemente. Ma la maggior parte
rimane rotta. Qualcuno finisce in carcere a quattordici anni,
qualcuno diventa ladro, sbandato, qualcuno pedofilo. Sono quelli
che non concepiscono mai cos’è davvero la normalità.
Per loro quello che hanno sofferto è come vanno le
cose.”

Frasi tratte da Angeli e cani, libro appena uscito di Chiara
Marchelli che ha già vinto il premio ‘Rapallo Carige’ come
opera prima.

Il romanzo è la storia dell’inchiesta di una giornalista
sull’infanzia rubata, sul traffico internazionale di bambini. Tra
New York e la Valle d’Aosta, sulle tracce di abusi e sparizioni,
con le parole vere di detective, medici, volontari, i dati veri di
un mercato nero mondiale, il dolore vero di tutti i piccoli che
hanno sofferto.

Stefano
Carnazzi

Articoli correlati
Tiziano Terzani: lettere contro la guerra

Tiziano Terzani scriveva questo libro tra 2001 e 2002, immediatamente dopo l’attacco alle Torri Gemelle. Ricordiamo il suo lungo pellegrinaggio di pace che non smette mai di essere attuale.