Animali – Nuovo millennio

Edizioni Cosmopolis.

Esistono oppressioni più cattive di altre? Esistono
sfruttamenti peggiori e sfruttamenti migliori? Esiste una lotta per
la libertà meno importante di altre? O si deve ritenere che
la libertà, il diritto alla vita siano un bene inestimabile
per tutti? E che l’oppressione, lo sfruttamento, la tirannia siano
comunque e sempre forme odiose di prevaricazione? Che usare gli
altri per i nostri scopi senza curarci dei loro diritti, del loro
benessere e della loro stessa vita sia indegno di qualsiasi
sentimento morale? Se si allora: c’è una sola ragione per
cui tutto questo non dovrebbe valere per gli animali nello stesso
modo che per noi? Siamo davvero convinti di avere più
diritti di tutti gli altri esseri viventi nonostante la loro
capacità di amare, di soffrire, di lottare e di gioire? Per
quale motivo?

Articoli correlati
Balene. Scacco al capitano Achab!

Nonostante la moratoria internazionale alla caccia alle balene, ogni anno migliaia di cetacei muoiono, uccisi dalle baleniere, come accade nel celebre romanzo di Melville. Ma qualcosa sta per cambiare.

Equitazione e bambini

Uno sport utilissimo per la crescita psico-motoria del bambino. Il rapporto con il pony sviluppa anche il senso della responsabilità e dell’amicizia con l’animale.

L’evoluzione a fumetto

Tutto evolve. Muta. Cambia nel corso del tempo. Dalle specie animali e vegetali alle nostre conoscenze, da un singolo festival al concetto di “cosa sia” arte a quello di “cosa sia” letteratura. Il Festival Internazionale del Fumetto, del Gioco e dell’Illustrazione parla proprio di questo.