Antartide: le sorprese non finiscono mai

Nel continente antartico si registra una tendenza alla diminuzione della temperatura, tendenza contraria alle misurazioni climatiche del resto del pianeta.

Nel corso del ventesimo secolo la temperatura del pianeta è
aumentata di circa mezzo grado.
Causa dovuta all’effetto serra, provocata dalla fragilità
della fascia di ozono che ad oggi ha raggiunto i 38,8 milioni di km
quadrati (pari a tre volte gli Stati Uniti).

Tutte le registrazioni fatte finora hanno evidenziato come, il
continente antartico si stia sciogliendo. In Papua Nuova Guinea,
l’acqua ha raggiunto strade ed edifici pubblici costringendo gli
abitanti all’evacuazione, creando così dei profughi
ambientali.
Altre isole (dalle Mauritius alle Seychelles), se la situazione
continuerà a degenerare, dovranno essere abbandonate.

Nonostante questi preoccupanti risvolti, il clima in Antartide si
è fatto più rigido.

Secondo quanto sostiene un documento pubblicato su “Nature”, i
ricercatori della National Science Foundation, hanno potuto dare
questa notizia dopo aver analizzato per circa quattordici anni, i
dati forniti dalle stazioni metereologiche sparse per tutto il
continente, confrontate con i dati raccolti presso la base di
McMurdo Dry Valleys.

La temperatura dell’aria è diminuita di almeno 0,7 gradi
centigradi.
Questo non può che creare sconcerto negli ambienti
scientifici in quanto, le regioni artiche ed antartiche hanno
sempre funzionato da segnalatori per constatare il livello delle
variazioni di temperatura dell’intero pianeta terra.
Gli studi effettuati in precedenza avevano registrato un aumento di
temperatura anche in Antartide, ma i dati risalgono ad un ventennio
fa.

Come si può spiegare tutto questo?
Ora la certezza è che il clima si sia davvero rinfrescato e
che un fenomeno simile sia stato denunciato anche in Groenlandia,
dove le temperature sono più elevate sulla costa e
più basse all’interno.

Gli scienziati non si pronunciano a questo riguardo, confermandoci
che il fenomeno delle variazioni climatiche assume denotazioni
sempre più misteriose, anche per gli studiosi.

Elena Evangelisti

 

Articoli correlati