Arriva il carpooling che ti premia

Condividi l’auto e avrai uno sconto, con il carpooling . Per il parcheggio, lo skipass, l’entrata ad un concerto o ad una fiera, per salire su un mezzo pubblico. Ecco l’idea sviluppata da BringMe, portale italiano di carpooling, l’unico a certificare il viaggio condiviso e la CO2 risparmiata grazie ad un’app per smartphone.

Per partecipare basta uno smartphone (ma funziona anche con altri cellulari, basta avere il Bluetooth). Finalmente arriva il carpooling, che ti premia! Si scarica l’app sviluppata da Bringme, uno dei principali siti di carpooling in Italia, ci si registra e si sceglie la promozione attiva e che più ci
interessa.

 

A questo punto l’applicazione “vede” tutti gli altri
potenziali passeggeri nelle vicinanze con i quali condivideremo
viaggio e auto. Con un semplice click si selezionano i compagni di
viaggio e a questo punto l’app registrerà chilometri
percorsi, risparmio in carburante e in CO2, rilasciando a fine
viaggio un certificato che ci servirà per accedere agli
sconti.

L’idea di base è quella di promuovere il viaggio condiviso
premiando chi lo sceglie. Non solo risparmio di carburante e di
emissioni inquinanti quindi. “Fino ad oggi non esisteva un metodo
affidabile per segnalare quanto fosse utile, alle persone e
all’ambiente, il viaggio condiviso. Invece adesso tutto questo
è finalmente possibile grazie alla nostra app”, spiega
Gerard Albertengo, fondatore di Bringme, startup tutta italiana che
ha come incubatore l’I3P del Politecnico di Torino.

Il test che ci ha portati ad Ecomondo ha permesso di
certificare con successo il viaggio, percorrendo 298 Km con un
risparmio complessivo di quasi 194 Kg di CO2 – calcolo eseguito
considerando le emissioni di CO2 previste dalla normativa Euro5,
ovvero 130 g CO2 per Km percorso per ogni passeggero.

“Vogliamo dare la possibilità a amministrazioni pubbliche,
università, enti, poli fieristici e di eventi di poter
promuovere l’auto condivisa, dando però un valore aggiunto”,
spiega Gerard. “Inoltre puntiamo molto sul traffico pendolare, su
chi si sposta quotidianamente da città a città”.

Ecco allora che chi raggiunge la periferia cittadina in carpooling,
grazie all’app che ne certifica l’uso, potrebbe aver uno sconto
istantaneo sul parcheggio, o sul biglietto dell’autobus o della
metro. Gli sviluppi, effettivamente, sono pressoché
infiniti.

Una nuova prospettiva per il carpooling, per convincere anche gli
scettici.

Articoli correlati