Biologico

Assaggia il miele biologico, assapora il gusto della vita

Il 20 e il 21 maggio Mani Tese presenta un iniziativa: acquistando un vasetto di miele biologico puoi contribuire allo sviluppo delle isole Bijagos.

Il 20 e il 21 maggio Mani Tese scende in 300 piazze italiane per
distribuire il miele (biologico e prodotto da CONAPI, Consorzio
degli Apicoltori e Agricoltori Biologici) della cooperazione dolce,
quella che nasce dal basso, da una lettura attenta delle esigenze
della comunità.
L?iniziativa, infatti, vuole diffondere questo messaggio: la
cooperazione dolce è la strada che vogliamo percorrere
assieme per smettere di assaporare ogni giorno il gusto amaro della
vita!

I fondi ricavati con questa iniziativa sosterranno il progetto
in Guinea Bissau: il miele delle isole Bijagos. Per la popolazione
locale è fondamentale rendere le isole il più
possibile autonome e così gli abitanti, insieme ad ADIM, una
ONG locale partner di Mani Tese, hanno deciso di intraprendere un
progetto di sviluppo economico e sociale con l?obiettivo di
migliorare i metodi per la produzione e la raccolta del miele, per
la conservazione delle colonie di api e del loro habitat. Il
progetto prevede la formazione di 100 giovani apicoltori e la
realizzazione di attività per migliorare il metodo di
estrazione del miele e aumentarne la produzione.
L?azione di Mani Tese contribuirà anche rompere l?isolamento
in cui versa l?arcipelago, sostenendo le associazioni nella
commercializzazione dei loro prodotti e del miele facilitando i
trasporti (con la fornitura di una canoa) e la comunicazione via
radio tra le isole.

Ecco cosa è possibile fare per aiutare Mani Tese e le
isole Bijagos, contribuendo con la propria offerta:
– acquisto delle arnie;
– acquisto della canoa;
– organizzazione di corsi di formazione per gli apicoltori.

Per maggiori informazioni e per conoscere dove si trova la
piazza più vicina consultare il sito www.manitese.it oppure
chiamare il numero verde 800 552456.

Silvia
Dugo

Articoli correlati
Biologico, il momento decisivo è adesso

Le associazioni del biologico chiedono all’Italia di stare al passo con le strategie europee per una transizione agroecologica. Il commento della presidente di Federbio, Maria Grazia Mammuccini.