Autobiografia di uno Yogi

Autobiografia di uno Yogi

Autobiografia di uno Yogi è più di un libro:
è un gioiello spirituale che ogni ricercatore dovrebbe avere
con sé e, dopo averlo letto, consultare di tanto in tanto
col passare del tempo.

Tra le migliaia di libri pubblicati sullo Yoga al giorno d’oggi,
questo è uno dei più preziosi che si possa mai
trovare. Il suo valore risiede nel fatto di essere stato scritto da
uno dei Maestri spirituali più importanti che
l’umanità abbia mai ricevuto e scorrendone le pagine si
riesce a scorgerne ancora la presenza, viva e radiante, nonostante
siano passati più di sessant’anni dalla prima
pubblicazione.

Attraverso questo libro è possibile conoscere la vita di
Paramhansa Yogananda, il suo viaggio dall’infanzia sino alla
Realizzazione Spirituale, al risveglio nell’Unità della
Coscienza Divina.

Le mille prove che Yogananda ha affrontato ci mostrano come esse
facciano parte della vita di ogni essere umano, anche di coloro che
sono più avanti nel sentiero, e che vadano quindi accettate
e affrontate con la fiducia e la sicurezza di non essere lasciati
soli a noi stessi, ma di essere parte di qualcosa di più
grande – di un Padre Celeste o una Madre Divina come spesso
Yogananda la definisce – e la consapevolezza che aprendo il nostro
cuore a questa Realtà più grande, ogni cosa si
potrà riordinare e fluire con armonia e
sincronicità.

Il percorso compiuto da Yogananda mostra dunque come la
spiritualità non sia una fuga da questo mondo
, che
seguire un percorso spirituale non ci porta istantaneamente
all’illuminazione o alla risoluzione dei nostri problemi, ma
piuttosto in maniera graduale ci conduce a vedere gli avvenimenti
da un punto di vista più elevato, nel quale prendiamo
coscienza di ciò che è effimero,
dell’illusiorietà di molti desideri e azioni e di cosa
invece è realmente importante nella vita.

Leggendo questo libro si viene a contatto non solo con la
presenza di Yogananda ma anche con altri Santi e con la catena di
guru che lo hanno preceduto (Babaji, Lahiri Mahasaya e Sri
Yukteswar): il maestro condivide con noi qualche episodio del loro
discepolato. L’impressione è che attraverso le righe sia
possibile percepire la loro energia e le loro vibrazioni che
toccano il cuore (e la coscienza) di ogni lettore.

Sento di consigliare la lettura di Autobiografia di uno Yogi; vi
sono infinite pubblicazioni sullo Yoga, tuttavia in molte di esse
questa disciplina viene spesso ridotta a un mero esercizio fisico,
che si limita a un lavoro sul corpo e al raggiungimento di uno
stato di rilassamento.

Lo Yoga è però molto più di questo,
è una via universale che può ricondurci a casa, al
Divino, qualunque nome gli diamo. Esso non si trova lontano da
qualche parte, ma nel Tempio della Pace, dell’Amore Incondizionato
e del Silenzio dentro di noi.

Articoli correlati

Questo è il modo in cui noi di LifeGate, vogliamo regalare momenti di benessere personale, aumentare la consapevolezza e restare vicini, anche da casa.

Avvicinarsi allo yoga è l’inizio di un viaggio

Sembrano solo due ore in palestra ma non è così. Con le sue origini che si perdono nella notte dei tempi, lo yoga è un sistema filosofico che può migliorare la vita. L’editoriale di Giulia Borioli, presidente di YogaFestival.