Biodiversità: nasce il presidio del mais del chiapas

Nasce il presidio di recupero di uno degli alimenti più consumati nel Paese presentato a una folla di campesinos zapatisti: il mais del chiapas.

MAIS del Chiapas . Si trova in Messico, una terra in cui il mais, ingrediente base della cucina
nazionale, cresce dal livello del mare ai tremila metri d’altezza,
adattandosi alle temperature più diverse; dove gli indigeni,
concentrati nella regione del Chiapas, producono le varietà
del cereale che Slow Food vuole tutelare, quelle autoctone – rosse,
nere, bianche e gialle – che rischiano di essere sostituite da
ibridi commercialmente più redditizi.

Il progetto di recupero è stato presentato venerdì 12
luglio a una folla di campesinos zapatisti di etnia tzatzil in una
riunione durata otto ore. Il testo del progetto, tradotto
dall’italiano allo spagnolo e poi dallo spagnolo alla lingua
tzetzil, è stato approvato all’unanimità dai
contadini.

Slow Food sta ora pensando ad un nuova “missione” in terra
messicana: un Presidio in collaborazione con una cooperativa che
produce caffè biologico.

Articoli correlati