Alla BIT 2012 in mostra il mondo

Al via il BIT 2012, il turismo viene indicato come ricetta anti-crisi, grazie a destinazioni di rara bellezza, naturalistiche e culturali.

Il turismo come rilancio dell’economia. È
questo il leit motiv della giornata inaugurale della
Borsa Internazionale del
Turismo 2012
, (BIT 2012) soprattutto per l’Italia: “Il nostro
è il Paese del turismo per eccellenza, – ha
dichiarato il Ministro per gli affari regionali,
turismo e sport, Piero Gnudi – una meta ancora
ambita in tutto il mondo che vedrà
raddoppiare i propri numeri nei prossimi 10
anni”.

Ma per tutelare la crescita del turismo è indispensabile

tutelare l’ambiente
e il territorio ospitante,
investire nella formazione e nelle offerte, che
devono essere variegate e su misura: “Il turismo sarà
il motore della Terza Rivoluzione Industriale
– ha
affermato Antonio Tajani, vice-presidente della
Commissione Europea- è il nostro futuro. Ma per far sì
che cresca è necessario puntare sulla tutela e sulla
protezione dell’ambiente”.

Ne è un esempio
il progetto EDEN
, (Europena Destinations of
ExcelleNce), lanciato cinque anni fa proprio dalla Commissione
Europea
. Un’iniziativa nata per promuovere il
turismo
e lo sviluppo sostenibile in tutta
Europa
e un’opportunità per le località
emergenti di condividere le buone pratiche e mantenere vive
tradiozioni e luoghi altrimenti destinati a perdersi.

Le proposte

Ecco che potremmo passare un intero week-end in
Croazia
, immersi nelle radure dove pascolano e vengono
allevati liberamente cavalli e mucche, soggiornando in qualche
vecchia fattoria trasformata in ostello.


Vista del villaggio di Stykkishólmur.

O fuggire in Islanda, nel villaggio di
Stykkishólmur
, nelle vicinanze dell’entrata per il
centro della terra descritto da Jules Verne nell’omonimo libro;
soffermandosi nelle storiche case di pescatori, restaurate e
riportate a nuova vita. E perché non passare per il pittoresco
villaggio di Ligatne, in Lettonia, famosissimo in
tutto il Paese per la produzione di carta e – soprattuto – per il
suo riciclo.


Un particolare della città industriale di
Robuaix, in Francia.

Il viaggio inteso come valorizzazione delle risorse locali, delle
tradizioni e della cultura di chi ospita: “L’importanza
dell’identità nazionale ed europea passa attraverso il turismo
– conclude Tajani – il viaggio che serve a riscoprire le proprie
radici e sentirsi coinvolti”.

Articoli correlati