Bob Dylan primo rocker all’American Academy of art

Durante la sua carriera Bob Dylan ha ricevuto non pochi premi e riconoscimenti, ma il cantautore più influente del suo tempo è stato da poco insignito di un’onorificenza davvero di grande peso.

Le canzoni e le parole di Bob Dylan sono state il grido
non violento di un’intera generazione in tutto il mondo. E i
riconoscimenti che il cantautore statunitense ha ricevuto negli
anni testimoniano il grande impatto che la sua arte ha avuto nel
mondo della musica e non solo. Ma ora Bob Dylan ha una conferma in
più: è, infatti, il primo esponente del panorama
musicale rock a essere stato ammesso nell’American Academy of Arts and
Letters
.

L’esclusivo club, composto da un’élite culturale di 250
membri, punta a promuovere l’eccellenza della letteratura e
dell’arte nel mondo ed è da sempre stato riluttante a votare
e accogliere musicisti che non provenissero dall’ambito classico,
escludendo anche jazzisti e poeti modernisti (con le eccezioni di
Stephen Sondheim e Ornette
Coleman
). Ma la scorsa settimana l’Accademy ha scelto Bob
Dylan come socio onorario “tenendo conto della varietà del
suo lavoro e del ruolo iconico che riveste nel panorama culturale
del Paese”, come ha spiegato il direttore esecutivo dell’Accademia,
Virginia Dajani.

Non dimentichiamo, infatti, che Dylan si è distinto nel
corso degli anni anche come scrittore, poeta, pittore e attore:
è stato il primo rocker a ricevere una nomination dal
National
Book Critics Circle
per il suo libro
Chronicles: Volume One e un Premio
Pulitzer
(onorario nel 2008); è abitualmente
indicato come candidato Nobel e per decenni è stato preso in
esame quasi ossessivamente da accademici e critici musicali;
infine, lo scorso maggio il presidente Barack Obama in persona gli
ha assegnato la Medaglia presidenziale della
libertà
, massima decorazione prevista
dall’ordinamento statunitense.

Nel mondo accademico ha avuto parecchi fan, tra i quali il
compianto poeta Allen Ginsberg. E un ammiratore di
Dylan è anche il romanziere Michael
Chabon
, vincitore del Premio Pulitzer per la narrativa
nel 2011. E proprio a Chabon spetterà la pronuncia del
discorso in occasione della presentazione di Dylan all’Accademia
durante la cerimonia che si terrà in maggio. Il titolo
scelto per il discorso è, naturalmente, “Rock ‘n Roll’.

Articoli correlati