Bobo Rondelli a teatro

Un disco, “Per Amor del cielo”, entrato nella cinquina finalista della Targa Tenco 2009, un do-cumentario, “L’uomo che aveva picchiato la testa”, dedicato alla sua vita girato dall’amico Paolo Virzì: incontro con Bobo Rondelli.

L’appuntamento con Bobo Rondelli è fissato a Milano per lunedì 17
maggio al Teatro Franco Parenti (via Pier Lombardo, zona Porta
Romana) per uno spettacolo trasversale, multiforme e…
imprevedibile in cui la musica, indiscussa protagonista, si
intersecherà con il vivace “teatro” della vita quotidiana di
cui Bobo è sempre stato una voce autentica, esilarante e, a
tratti, commovente.

“L’uomo che aveva picchiato la testa” è il titolo del
film che Paolo Virzì gli ha dedicato. E’ ambientato in
un’estate bollente, in una Livorno che sembra l’Avana, in cui due
vecchi amici dai diversi destini si incontrano: Paolo Virzì
e Bobo Rondelli. Nati e cresciuti nello stesso quartiere popolare,
uno è diventato il regista che ha fatto conoscere al mondo
l’umanità ironica, spavalda, irriverente di questa piccola e
orgogliosa città di mare. L’altro è il geniale e
sconsiderato cantautore che di questo mondo vivace e plebeo
è la voce più autentica, esilarante e commovente.

 

Attraverso testimonianze, pedinamenti indiscreti, rievocazioni
di memorie di quartiere, Virzì ripercorre la biografia
rocambolesca di questo singolare artista, a partire dal suo gruppo
storico “Ottavo Padiglione”, alle esibizioni come straordinario
performer dal vivo che a Livorno riempiono le platee delle feste
popolari. Proprio nell’indagare il divertente mistero della
personalità di Bobo Rondelli, refrattaria alle cerimonie e
al successo commerciale, si compone il ritratto di un’intera
città che sembra resistere fieramente all’omologazione della
modernità.

Geniale ed eclettico artista, Bobo Rondelli dimostra la sua
poliedricità non solo sul palco ma anche al cinema, grazie
ad una partecipazione nell’ultimo film di Virzì “La prima
cosa bella” e in tv, lo scorso 2 e 3 febbraio come ospite musicale
a “Parla con me” di Serena Dandini e, oggi, nello spot Citroen DS3
in cui presta la voce ad un giovane Marcello Mastroianni che,
accanto ad altre due icone universali come John Lennon e Marilyn
Monroe, esortano ad abbandonare il passato, per vivere la vita.
Adesso.

Articoli correlati