Bookpreview. A Milano viaggi d’autore

“BookPreview”: letture d’autore gratuite sulle linee 9 e 14 dei tram milanesi. Da non perdere. La lettura è sui mezzi.

 

Prendere un libro sul tram gratuitamente, iniziare a leggerlo,
assaggiarlo, vedere se ci piace… e poi avere la
possibilità di andare a comprarlo? Ora si può! Da
lunedì 27 settembre parte a Milano “HOOKS”, un’iniziativa
che prevede che vengano lasciati dei piccoli libri sulle linee 9 e
14 del tram a completa disposizione dei viaggiatori. BookPreview
è il nome tecnico di questi prodotti che sostanzialmente
sono libricini che riportano fedelmente le prime pagine dei libri,
rispecchiando fedelmente veste grafica e scelte editoriali delle
specifiche case editrici.

 

Tutti i pendolari, salendo sul tram 9 e 14 troveranno un
espositore di questi nuovi oggetti: letture brevi, a costo zero,
dei piccoli assaggini che permettono di capire se il libro piace
davvero o no nel tempo di un viaggio. Sul tram si prende un primo
contatto con l’opera e poi, se incuriositi, coinvolti e
conquistati, si potrà comprare il libro in una delle
numerose librerie della città.

 

L’idea dell’iniziativa è venuta a due professionisti
milanesi, lettori forti, Max Paleari e Paolo Garberoglio, e sinora
è stata accolta positivamente da Atm e dalle case editrici,
che entusiaste del progetto, stanno aderendo numerose.

 

Per ora i libri che si trovano negli espositori localizzati
accanto all’obliteratrice del 9 e del 14 sono due: “Povera piccina”
di Patrick Dennis – pubblicato da Adelphi e “La psichiatra” di Wolf
Dorn – pubblicato da Corbaccio. E’previsto refill giornaliero dei
primi due BookPreview sei giorni alla settimana per due settimane.
Le prossime uscite sono pianificate per l’11 ottobre con “L’occhio
dello zar” di Sam Eastland – pubblicato da Il Saggiatore, “Il mondo
prima che arrivassi tu” di Giulia Blasi – pubblicato da Mondadori,
West Side-Transilvania” di Johnarks – pubblicato da Edizioni e/o –
e “Se la stanza è vuota” di Isabella Bossi Fedrigotti –
pubblicato da Longanesi.

 

Sarà bello non vedere più le persone con gli
sguardi persi nel vuoto sul tram, ma vedere i loro occhi su un
piccolo libro. Ai viaggiatori Atm non si dovrà più
solo dire “Buon viaggio”, ma anche, e soprattutto, “Buona
lettura”!

 

Articoli correlati
Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro

La letteratura ha un potere immenso, semplici simboli convenzionali uniti in una certa maniera come in una formula alchemica danno vita a risultati sorprendenti, capaci di generare rivoluzioni non meno potenti di quelle dettate dalla scienza.