Broken Social Scene

Il nostro Francesco Napoleone ha incontrato Kevin Drew dei Broken Social Scene.

Incontro con i Broken Social Scene dal Traffic di Torino

 

Anno 2005 Kevin Drew con Brendan canning Fonda i Broken Social
Scene, Band rivelazione canadese che nel 2006 si aggiudica il Juno
award. Il primo disco è un prgetto di unione di tanti
artisti tra cui la strordinaria cantante feist. Il secondo, come i
prossimi a venire. Sono progetti solisti suonati ed arrangiati dal
collettivo. Scopriamo in questi trailer “Spirit if…” Di Kevin
Drew e i Broken Social Scene.

Nel 2005 i Broken Social Scene ci hanno fatto urlare, ridere e
piangere con il primo album. Un collettivo di artisti che formano
una band di straordinario rock. Ora il progetto si muove nella
direzione opposta, ovvero, lo stesso collettivo lavora ad un album
solista. Come è nata questa idea?
Ok…mmm….è stato molto graduale niente è stato
pensato a tavolino. Mentre eravamo in tour mi sono trovato a casa
di Ohad il produttore del primo album. Non c’era una linea guida,
abbiamo iniziato a registrare pezzi di brano seduti vicino al
registratore e nella genesi è diventato un nostro progetto.
Cosi mentre lasciavo giu tutte queste mie canzoni mi sono accorto
che non poteva essere un progetto del collettivo. Io pero mi
rifiuto di fare musica senza i miei amici e cosi ho voluto
coinvolgerli, è solo che ho notato che le tracce si
plasmavano in modo molto personale e ascoltandole questa cosa era
palese. Ho potuto suonare tutto cio che volevo, una cosa che non
avevo fatto da tantissimo tempo.

“Spirit if” è il primo di una serie di dischi fatti con
questo concept. Il Secondo Disco che preparerete sarà di
Brendan (Altro membro fondatore e bassista)?
Si, ed è quasi finito!

Quanti ne avete in cantiere di questi progetti? inoltre, aparte
le tracce vi saranno anche variazioni di formazione?
Non ho idea di quanti potranno essere forse 3, abbiamo anche
intenzione di pubblicare della musica da colonne sonore che abbiamo
registrato da poco.
Non sono sicuro comunque sono veramente dipendente dal registrare
quindi spero che torneremo tutti in studio presto.

Kevin Parliamo del titolo, “Spirit if…”
Ohad ha chiamato così una delle tracce, e continuava a
venirmi in mente. Poi una persona a me molto vicina, ha iniziato a
dirmi “questo è il ttolo del tuo disco” con molto entusiasmo
fino a minacciarmi se non l’avessi chiamato cosi. “Spirit if mi
piace moltissimo, da un ottimo idea della confusione della
creazione ed in oltre funziona bene per descrivere una collezione
di lavori.

Kevin perchè dichiari che “spirit if” è
paragonabile ad un fumetto?
Credo che quello che intendevano le persone che hanno scritto
la scheda del disco è che COME UN FUMETTO A UMORI
ONDEGGIANTI, DENTRO VI TROVI LA FELICITà LA TRISTEZZA, IL
BUIO LA LUCE, LO YIN LO YANG ETC… Nella mia opinione è
più come un installazione, ogni canzone lo è. Alcune
sono fratelli e sorelle altre non lo sono.

Ci puoi parlare delle quattro lettere che creano i macro temi da
cui parti per scrivere le tue canzoni in inglese son 3 F e una
H(FFFH)?
Sai sono sempre stato intrigato dalla distruzione che pervade
il senso degli esseri umani, come il mondo puo influenzare la vita
di tutti noi. E strano come siamo sempre concentrati sull’inizio e
la fine ma meno preoccupati su cio che sta nel mezzo. Per Questo
Fear, Fucking, Fighting and Hope (Paura, Sesso, Combattere e
speranza) La Paura e qualcosa con cui conviviamo sempre di
più ogni giorno che passa e invade di piu di altre cose le
nostre vite, il sesso è qualcosa di naturale..ma anche di
esprimersi qualcosa con cui devi combattere, comabattere e sperare
se li unisici diventano una bellissima famiglia ed è
ciò che sento forte nella mia testa nel mio cuore e nello
stomaco.

Sono tutte canzoni nuove o ne avevi qualcuna parcheggiate che
aspettava di essere inserita su di un disco?
No tutto l’abbiamo fatto nella cantina di Ohad al momento
eravamo piu concentrati sul registrare che non sul creare un
disco.

Cos’anno i BSS che altre band non hanno?
Non lo so…Davvero…non te lo saprei dire.

Con tutti gli impegni che avete, come riuscite ad incastrare il
lavoro della band coi vostri progetti solisti, pensiamo a feist che
ha appena lanciato il suo album solista, per una major?
Si siamo tutti molto impegnati. Tutti lavorano molto ai loro
lavori solisti

Quindi quando vi trovate come BSS è più lavoro o
tempo libero?
Per alcuni è altro lavoro, per altri è tempo
libero. Non ne sono sicuro. Tutti quelli che hanno altre band
vengono a casa nostra per opuro spirito di libertè, per
suonare.

La scena musicale canadese è in straordinaria ascesa ci
puoi spiegare come mai c’è un terreno cosi fertile da cui
sono nate band del calibro di BSS, Stars, Caribou, Arcade
fire..?
Penso che ci si ispira a vicenda con un sano spirito di
competizione. Il mondo si sta accorgendo di questa scena. E’
iniziato con i Gods bead, poi noi e poi gli Arcade fire hanno fatto
il botto…poi tutti gli altri. Penso che sia stato grandioso per
le generazioni coinvolte in questa musica. E arrivata
l’ooprtunità per un intera scena di farsi vedere. Per tanto
tempo questi artisti si ono corgiuolati e e frustrati nel giardino
di casa ma ora è il momento di essere nella luce della
ribalta. E stato difficile col canada, non si arrivava mai al
mainstream, forse anche internet ci ha aiutato, ormai un 12 enne
con un blog puo fare la differenza a livello di comunicazione. E
piu facile anche grazie alle nuove tecnologie. Puoi fare un buon
disco in casa senza dover spendere 30000 per produrlo.

Abbiamo visto il live 8. Come puo la musica aiutarci a creare
coscienza…come per esempio successe coi temi della pace negli
anni 60.. oppure pensi che per il live 8 fossero i “profeti
sbagliati per una giusta causa”?
E interessante cio’ che dici. Portare visibilità ad un
mondo che sta morendo è sicuramente la cosa più
giusta da fare. Ma capisco cio che intendi, Ha davvero un impatto?
Sai quando la musica aveva un impatto..il famoso 67 di cui tu
parli…bè quelle band, la possedevano la musica era loro,
non la trovavano lanciata in giro per il mondo, scaricabile da
internet nelle pubblicità, nei fottuti film colonne sonore e
preview, sovraesposta sulle radio e quant’altro. C’era qualcosa di
speciale che gli faceva avere un impatto. Oggi e coca cola con i
Red Hot che succhiano soldi da cause per l’umanita, portano
l’attenzione del mondo aiutando attraverso la musica.
Intellettualmente abbiamo perso molto sul fatto che la musica puo
cambiare il mondo come allora. Personalmente penso che la musica ha
tra gli impatti piu forti sugli umani, ma tutti ormai ne fanno un
lavoro e punto. Un biglietto dei police costa 225 dollari, cosa
fanno loro per salvare il mondo vanno al live8..cazzate.
Live 8 i profeti sbagliati per una giusta causa..mi piace!

Grazie mille Kevin, a te e tutti gli altri
Grazie a voi

Articoli correlati
Who Made Who

Who Made Who: Thomas Hoffding intervistato da Francesco Napoleone…