Buon compleanno Protocollo di Kyoto!

Il 16 febbraio di quattro anni fa entrava in vigore ufficialmente il primo accordo internazionale per la riduzione delle emissioni di CO2. Da allora, i progetti nati per la sua applicazione si sono moltiplicati. LifeGate lo festeggia così.

“Negli ultimi mesi – spiega
Marco Roveda
– la consapevolezza ambientale sembra
davvero aver preso la ‘strada giusta’ nel mondo. Il new lifestyle
verde lanciato negli Stati Uniti con l’elezione di Obama è
proseguito alla volta della Cina, dove il direttore generale del
ministero dell’Energia a Pechino ha dichiarato che la crisi
può diventare occasione per accelerare il cambiamento, e ha
presentato un progetto da 58 miliardi di euro che comprende eolico
e solare.
La ventata ambientalista travolgerà presto
l’Europa
. Del resto la stessa Commissione europea, nel
suo rapporto annuale sui progressi dei Paesi membri verso il
conseguimento degli obiettivi del Protocollo di Kyoto, ha
segnalato, per la prima volta, la possibilità che l’Unione
Europa riesca a rispettare gli impegni dell’accordo
internazionale”.

E’ scritto nel rapporto: “In base alle proiezioni
disponibili, entro il 2010 otto Stati membri sui 15 dell’UE-15 –
Belgio,Germania, Grecia, Irlanda, Paesi Bassi, Portogallo, Regno
Unito e Svezia – dovrebbero conseguire i rispettivi obiettivi
[…]. Altri quattro Stati membri (Austria, Finlandia, Francia e
Lussemburgo) dovrebbero ottenere lo stesso risultato con le
politiche e misure supplementari previste. Per adesso, invece, tre
Stati membri (Danimarca, Italia e Spagna) non dovrebbero riuscire a
realizzare l’obiettivo di Kyoto. Tuttavia, il divario tra le
proiezioni riguardanti questi paesi e i rispettivi obiettivi si
è notevolmente ridotto rispetto allo scorso anno,
soprattutto nel caso di Spagna e Italia”.

LifeGate festeggia con più di un progetto il compleanno
del Protocollo di Kyoto: il 16 febbraio 2009 è la data di
lancio di
YouImpact
, la nuovissima piattaforma di sharing dove
condividere video, immagini e file audio sui temi dell’ambiente.
YouImpact vuole dar vita ad una community “verde”, che sappia
occuparsi di ecologia in modo positivo e propositivo. La sua
filosofia è “l’ambiente è qui e ora e possiamo fare
molto per migliorarlo”.

E nella stessa data, a festeggiare con LifeGate, c’è
anche
Il Sole 24 Ore che per l’occasione esce a Impatto
Zero®
, grazie ad Arval
. Le emissioni di
anidride carbonica generate dalla produzione, stampa e
distribuzione dell’edizione del giorno del più grande
quotidiano economico italiano, infatti, sono state compensate con
la creazione e tutela di foreste in Italia e nel mondo.

Nell’ultimo anno, LifeGate ha anche deciso di puntare sulla
mobilità sostenibile. Su input diretto del suo fondatore,
Marco Roveda, l’azienda si è infatti dotata di un’intera
flotta di auto a motore ibrido a Impatto
Zero®
. Oltre a dare il buon esempio, il risparmio di
tale operazione è stato così quantificato: ogni
100.000 km percorsi, ciascuna di queste auto eviterà
l’emissione di circa 6 tonnellate di anidride carbonica rispetto
alla media dei comuni veicoli.

 

Articoli correlati