Chewing gum: c’è una città che lo vuole proibire

La città che non vuole più i chewing gum: la preoccupazione è dovuta alla quantità di cicche masticate che sporcano i marciapiedi.

E’ in Irlanda. Gli amministratori di Westport stanno provando a
bandire la vendita dei pacchetti di chewing gum.

La preoccupazione è dovuta alla quantità di cicche
masticate che sporcano i marciapiedi. “La nostra indagine ha
evidenziato un ammontare eccessivo di chewing gum e mozziconi di
sigarette gettati per strada che deturpano il volto della nostra
città” ha dichiarato Oliver Whyte, presidente della Camera
di Commercio.

Il fatto è che l’anno scorso Westport ha vinto il premio
nazionale “Città linda”, e quest’anno l’ha perso per soli
due punti. Da qui, forse, la volontà di ripulire le strade e
recuperare il primato…

Anche Bridie Moran, portavoce del Westport Tidy Towns Committee,
è d’accordo con il suggerito bando, ma ammette,
ragionevolmente, che sarebbe assai difficile imporlo.
Invece il dr. Whyte e la Westport Chamber of Commerce sperano che
discutere della questione presso la Ireland Chambers of Commerce
potrebbe portare a far estendere il bando anche alle altre
città. La speranza è che le case produttrici di
chewing gum possano essere stimolate a studiare e produrre un
chewing-gum “solubile”, che si dissolve dopo un po’.

Articoli correlati