Cane. Il guinzaglio questo sconosciuto

Alcuni consigli per addestrare ed abituare il vostro cane la guinzaglio.

Il cane deve abituarsi sin da piccolo a collegare alla vista del
guinzaglio l’idea di qualcosa di molto piacevole.
La cosa da non fare mai assolutamente, è quella di usare il
guinzaglio per picchiare il cane. Non dovete nemmeno accennare
gesti di minaccia con il guinzaglio, che altrimenti l’animale
potrebbe associare a qualcosa di minaccioso e da cui sottrarsi.
L’addestramento – che dovrà iniziare prestissimo, attorno ai
2-3 mesi di vita del cucciolo – dovrà dunque far leva sul
piacere e non sul dovere. Innanzitutto riempitevi le tasche di una
buona scorta di deliziosi bocconcini. Usate un guinzaglio normale
(non a strangolo) e partite insieme al vostro cucciolotto. Se il
cane tira fermatevi immediatamente, ma non appena il cane rallenta
il passo e la tensione del guinzaglio premiatelo, dicendogli bravo
e dandogli un bocconcino, quindi ricominciate a camminare. Non
appena inizia di nuovo a tirare, ripetete la sequenza: smettete di
camminare e state fermi per un po’ (anche diversi minuti)e non
appena il cane allenta la tensione sul guinzaglio venendovi vicino,
premiatelo nuovamente. L’animale imparerà così a
collegare il fatto che alla sua andatura può corrispondere
un “castigo” (vi fermate) ma anche un premio (complimenti e
bocconcino) e che se vuole andare dove vuole, la strategia giusta
non è quella di tirare ma quella di adeguare il suo passo a
quello del padrone.

Inutile dire che questo addestramento metterà a dura prova i
vostri nervi e la vostra pazienza per diverse settimane, ma il
risultato è garantito: alla fine dell’addestramento i il
vostro cane impazzirà di gioia vedendovi prendere in mano il
guinzaglio, perché collegherà immediatamente quel
pezzo di cuoio alla passeggiata e alle gratificazioni che gli
verranno da un comportamento corretto.

Articoli correlati