Cassius Clay contro Il Morbo di Parkinson

Lo chiamavano “fastblack” per la sua velocità, ma ora le mani di Cassius Clay tremano. Sintomi del Parkinson, malattia degenerativa del sistema nervoso

Cassius Clay lotta contro il morbo di Parkinson

“I cazzotti ti fanno vibrare il cervello come un diapason” ha scritto il grande pugile Cassius Clay nella sua biografia. Ma le sue mani tremano, balbetta e cammina con passo incerto. E ancora, ha vuoti di memoria, si ripete in continuazione.. Tutti sintomi del morbo di Parkinson, quella malattia degenerativa del sistema nervoso centrale che aggredisce le cellule che regolano gli impulsi motori. La causa? Lesioni celebrali causate da traumi violenti.

” Tieni duro fastback. Non ti arrendere” lo esorta la moglie Lonnie che lo aiuta, lo stimola a combattere, a vincere e lo provoca a parole.

Terapie efficaci al momento non esistono

Sono tanti i farmaci, le terapie da verificare o già sperimentati e ultimamente un aiuto arriva anche dalla realtà virtuale. Il dispositivo, in fase sperimentale, ricostruisce immagini in ambiente virtuale che stimolano e aiutano il paziente a superare la fase di blocco che periodicamente costringe il malato all’immobilità.

Rita Levi Montalcini a  "Che tempo che fa", Novembre 2008 (Photo by Morena Brengola/Getty Images)
Rita Levi Montalcini a “Che tempo che fa”, Novembre 2008 (Photo by Morena Brengola/Getty Images)

La prof.ssa Rita Levi Montalcini, premio Nobel, ha parlato inoltre del fattore di crescita delle fibre nervose: una proteina animale che si trova nelle ghiandole salivari del topo e nel veleno dei serpenti in grado di stimolare nel cervello le cellule superstiti, non intaccate dalla malattia, a formare nuove congiunzioni a livello dei neuroni.

Per ora tutto è ancora a livello di sperimentazione ma tanto di sta facendo. Esiste la possibilità di proteggere il cervello dalla progressiva perdita neuronale causata dal Morbo di Parkinson: farmaci dopamino-agonisti riducono sensibilmente la perdita di neuroni e inoltre, con la Pet, si è registrata una risposta celebrale nei pazienti.

Tra le tante terapie di riabilitazione riscuote sempre maggiore successo quella sviluppata attraverso la Biodanza.

 

Articoli correlati