Il censimento dell’Amazzonia brasiliana

Il Brasile sta per lanciare un piano quadriennale per censire gli alberi presenti nella foresta amazzonica e capire il valore potenziale del suolo e della biodiversità.

L’ultimo censimento di questo tipo risale a più di trent’anni fa. Un’altra epoca per
il clima viste le numerose e rapide scoperte sull’impatto della
deforestazione e del riscaldamento globale. Aggiornare la banca
dati, dunque, potrà aiutare le autorità e gli enti
impegnati nella conservazione a studiare progetti più efficaci
per contrastare i cambiamenti climatici.

Secondo il ministro per le Foreste, Antonio
Carlos Hummel, e quello dell’Ambiente, Izabella Teixeira,
l’iniziativa darà la possibilità di conoscere l’Amazzonia
dall’interno e avere un’idea più chiara e generale sul suo
stato di salute. Settimana scorsa la Nasa ha diffuso alcune foto che mostrano
come un’area dell’Amazzonia, grande due volte la California, soffra
la siccità da ormai diversi anni.

Articoli correlati