Cercare “calore” nei cibi calorici

Quando si parla di dieta subito ci viene in mente una carota e una galletta di riso.

Quando si parla di dieta subito ci viene in mente una carota e una
galletta di riso. No, a di più sbagliato: per dieta si deve
intendere una corretta alimentazione, razionale, equilibrata che
rispetti quotidianamente le necessità biologiche e
nutrizionali del nostro corpo e della nostra mente. Solo dal giusto
equilibrio tra il corpo e la mente si può arrivare ad
ottenere un perfetto stato di salute in una perfetta forma fisica.
Per tale motivo, non esiste uno standard nell’alimentazione, ma
esistono i fondamenti per una corretta alimentazione.

Fondamentale, per nutrirsi in modo anche consapevole è la
conoscenza delle caratteristiche fondamentali dei vari alimenti,
che sono raggruppabili in base al valore nutrizionale e ai loro
principi nutritivi.

Primo gruppo: carni, pesce e uova, da consumare con
moderazione durante la settimana;

Secondo gruppo: latticini, preferendo quelli magri,
perché più facili da digerire;

Terzo gruppo: cereali, che sono la base della nostra
alimentazione e danno un grande apporto di fibre, presenti
soprattutto in quelli meno raffinati;

Quarto gruppo: legumi, ottimi per il loro apporto
nutrizionale, ma da non associare agli alimenti del primo gruppo
perché il loro connubio rende più difficile la
digestione;

Quinto gruppo: oli e i grassi da condimento. Non c’è
bisogno di ricordare che per condire i nostri piatti è
meglio usare quelli di origine vegetale tipo l’olio d’oliva o di
semi, possibilmente d’origine biologica e spremuti a freddo, mentre
sono da evitare quelli di origine animale;

Sesto e Settimo gruppo: ortaggi e frutta, che devono
essere presenti in abbondanza sulla nostra tavola con tutte le
variazioni sul tema che la vostra fantasia ci suggerisce,
alternando il più possibile le scelte e dando libero sfogo
alla nostra creatività!

Ma non basta, per completare il nostro cammino alimentare bisogna
adottare anche delle altre buone abitudini, come per esempio
consumare cinque pasti al giorno, tre principali e due spuntini che
sono importantissimi per non arrivare affamati al pranzo o alla
cena; bere molta acqua per favorire l’eliminazione delle scorie e
soprattutto mangiare in tranquillità masticando a lungo.
E se capita che proprio non resistiamo ad una tentazione? Non la
prendiamo come una sconfitta, ma solo come un piccolo incidente di
percorso, senza abbandonare le nostre sane abitudini e continuando
a mangiare in modo sano ed equilibrato.

Luciana Leo

Articoli correlati
Com’è la tua energia fuoco

Parlare e ridere troppo e in modo stravagante o di aver difficoltà ad esprimere gioia o a parlare in modo chiaro, sono segnali di fuoco fuori armonia.

Prevenire e curare l’osteoporosi

Ogni anno in Italia 70mila fratture sono dovute all’osteoporosi, che colpisce una donna su quattro dopo la menopausa. Una delle strade per prevenirla passa attraverso l’alimentazione.