Chi ha ideato il biglietto di Natale LifeGate?

Come è nato il biglietto di Natale di LifeGate? Cosa vuole comunicare? Conosciamo la persona che c’è dietro.

Parlaci un po’ di te, chi sei?

Sono nata a Milano nel 1975, poi mi sono trasferita ad
Anghiari, in Toscana. Sono mamma di due bambini. Mi reputo una
persona curiosa, socievole, capace ancora di meravigliarsi. Sono un
grafico/illustratore free lance. Il mio lavoro coincide con parte
dei miei interessi e questo mi piace molto.

Qual è il messaggio che hai voluto esprimere
con il tuo biglietto di Natale?Bisognava cercare un simbolo che rappresentasse il
Natale… I cristalli di ghiaccio mi piacciono molto, mi fanno
pensare alla purezza, alla perfezione, ma anche alle decorazioni e
al freddo, quindi al tepore del camino, alla tazza di cioccolata
calda e agli amici con cui condividere tutto questo. Ma, per
evidenziare il sostegno al progetto ‘Foreste in Piedi’, ci voleva
qualcosa che lo caratterizzasse di più e così il
cristallo è diventato un insieme di diversi rami di diversi
alberi. Un messaggio semplice ed efficace.

Cosa ti ha ispirato?Una passeggiata nel bosco.

Sappiamo che ti sei trasferita da Milano in
provincia di Arezzo, come vivi questo cambiamento di ambiente e
stile di vita?Lo vivo con naturalezza, mi trovo bene, ma non è tutto
così ‘perfetto’ come può sembrare.

Mi piace molto quando, dopo aver passato giorni in una grande
città, torno a casa e ritrovo un ritmo decisamente
più sostenibile, perfetto per riordinare le idee e gli
spunti che ho raccolto durante i giorni di assenza.

Lavorare come grafica free lance in un piccolo
paese, lontano dalle grandi città dove si concentra il
lavoro, è possibile? Come fai a rimanere aggiornata sulle
ultime innovazioni tecnologiche nel tuo settore?Per quanto riguarda la mia esperienza ho avuto la
possibilità di lavorare ad alcuni progetti interessanti qui
sul territorio, ma i miei contatti principali sono a Roma e Milano.
Il confronto con amici che fanno un lavoro uguale o simile al mio
è decisamente stimolante, se utilizzano nuovi strumenti o
programmi diventa interessante sapere cosa ne pensano e come ci
lavorano.

Oppure nello specifico delle innovazioni tecnologiche nel mio
settore su internet si possono trovare diverse schede di
presentazione e video dimostrativi. Molto spesso io lavoro con
tecniche tradizionali, pittoriche, soprattutto con l’illustrazione:
anche la progettazione dei loghi avviene prima su carta; il
computer è il passo successivo.

Qual è l’augurio natalizio che vuoi fare a
chi ti sta leggendo in questo momento?In questo momento… di essere sereni. Buon Natale!

Articoli correlati