Chi ha paura di Manu Chao?

Manu Chao e Oriana Fallaci, cosa c’entrano? Ascoltate la puntata in salsa messicana…

(AGI) – Citta’ del Messico, 27 mar. – Manu Chao e’
sotto inchiesta in Messico dopo aver definito “terrorismo di Stato”
la brutale repressione di una protesta del 2006 a San Salvador
Atenco. Il ministero dell’Interno del Paese centroamericano ha
avviato un’indagine per verificare se il cantante franco-spagnolo
abbia violato l’articolo 33 della Costituzione che proibisce agli
stranieri di esprimere giudizi sulla politica nazionale.
La dichiarazione incriminata e’ stata fatta martedi’ scorso a
Guadalajara, dove l’autore di “Clandestino” e “Me gustas tu” era
ospite del Festival internazionale del cinema. Manu Chao rischia
l’espulsione dal Messico. Nel 2006 in base allo stesso articolo
della Costituzione stava per essere espulso l’ex premier spagnolo
Jose’ Maria Aznar, dopo la partecipazione a un comizio a sostegno
del presidente Felipe Calderon.
Gli scontri del maggio 2006 a San Salvador Atenco, vicino alla
capitale, furono scatenati dalla protesta dei venditori di fiori
dopo un ordine di sgombero per la costruzione di un nuovo aeroporto
voluto dall’allora presidente Vicente Fox. Ci fu una violenta
rivolta della popolazione locale contro la polizia, che arresto’
200 persone. In seguito molti civili denunciarono abusi e
maltrattamenti da parte degli agenti, comprese 23 donne che dissero
di esser state violentate. Due di loro erano spagnole e
denunciarono l’aggressione al rientro in patria.


Articoli correlati