Ci siamo capiti davvero?

Quante volte ci è capitato di confondere o dimenticare quanto ci hanno detto? Quante volte ci siamo scordati anche solo il nome di chi si è appena presentato? Ascoltare è importante.

Spesso sottovalutiamo quanto possa essere importante prestare
attenzione a chi abbiamo di fronte. Ci preme innanzitutto dire la
nostra e, senza accorgercene, può capitare che ci sfuggano
molte cose tra cui la stessa risposta della persona con cui stiamo
parlando.

Imparare ad ascoltare è prezioso tanto quanto imparare a
parlare. Ascoltando in modo attivo possiamo raccogliere più
informazioni sul nostro interlocutore, possiamo trovare il modo di
farci capire, ottenere più facilmente la stima e la simpatia
dell’altro e anche essere d’aiuto alla persona che abbiamo di
fronte.

Per sviluppare questa innata capacità bastano pochi
accorgimenti:

  • Innanzitutto è importante ascoltare in silenzio, con
    attenzione e senza distrarsi. Quando qualcuno mi parla devo
    interrompere ciò che stavo facendo e, se il momento non
    è dei migliori, chiedere scusa e proporre un altro incontro
    al più presto possibilmente definendo già quando.
  • Se voglio davvero ascoltare, è utile sospendere
    qualsiasi giudizio di valore. Per capire cosa mi stanno dicendo,
    pensieri come: “Ha ragione – Ha torto” non mi servono a a. Dopo
    avrò tutto il tempo per ragionarci.
  • Mettersi nei panni dell’altro è un altro passo
    fondamentale. E’ importante chiedersi se stiamo capendo qual
    è il suo punto di vista e contemporaneamente che importanza
    ha per lui/lei quanto mi sta dicendo.
  • Infine, verificare se ci si è capiti. Via libera quindi
    alle domande e riformulazioni di quanto ci è stato detto per
    avere altri dati e per preparare il terreno al nostro
    intervento.

Un ultimo consiglio, quando vi capita di ascoltare qualcosa che
trovate estremamente noioso, al posto di cercare di distrarvi
provate lo stesso a sospendere il giudizio e porre attenzione a
quanto viene detto, sembrerà strano ma spesso il tempo passa
prima e si possono fare comunque delle scoperte interessanti.

Gabriela
Manzella

Articoli correlati