Come stai? Leggere i segnali del corpo per riconoscere gli indicatori di disturbi e malattie e distinguerli dai falsi allarmi

Una guida per interpretare le spie di disfunzioni e malanni, i deboli segnali che il nostro corpo ci manda e che spesso decidiamo semplicemente di ignorare.

di Silvia Passini

I nostri capelli, la nostra pelle, le nostre unghie parlano. Non stiamo dicendo assurdità. Aprite questo libro per scoprire quanto sono importanti i segnali che il nostro corpo ci dà. Basta saperli cogliere e interpretare per comunicare con il nostro corpo. Ascoltiamo.

I segnali del corpo possono indicare malattie o disturbi

A volte dei foruncoletti, a volte il colore dei nostri occhi, altre quello delle nostre unghie, spesso poi i capelli ci dicono
qualcosa. Non si tratta di semplici malesseri, ma con queste deviazioni dalla norma il nostro corpo ci sta parlando, ci sta dando dei segnali di qualche cosa che non va.

capelli segnali del corpo
La condizione dei nostri capelli, così come delle unghie o il colore degli occhi, sono indicatori di disturbi o malattie © Pexels

Attenzione, non si parla in questo libro di sintomi di malattie che si manifestano in maniera chiara e netta, bensì di segnali che il corpo ci invia, che sono impercettibili e difficili da interpretare. Spesso non si ricorre a un medico quando questi si manifestano, perché si crede siano disagi solo di natura estetica. Così per esempio delle macchie sulle unghie vengono coperte con lo smalto, quando magari ci stanno dicendo che c’è qualcosa che non funziona bene nel nostro fegato. Perché si badi, “a volte quella che appare come una preoccupazione estetica nasconde qualcos’altro”.

Un libro da consultare, che rivelerà curiosità. Che insegna divertendo, con citazioni e originali aneddoti storici sul corpo umano. Che rassicura e che ci rende più consapevoli del nostro corpo, grande compagno, ma troppo spesso grande sconosciuto.

Articoli correlati
Le carte dei Nat, gli spiriti della Natura

I Nat sono spiriti di natura, potenti aspetti selvaggi della psiche umana, essi rappresentano le forze dell’Io istintuale che, se sapientemente cavalcate, possono portarci alla conquista dei nostri obiettivi. Vengono associati agli antenati e utilizzati per interrogare la memoria della stirpe.

La lettura come tesoro interiore

Marcel Proust sulla lettura dice cose superbe, là ove afferma che essa “… è una forma di amicizia, la più sincera, perché con i libri non ci sono convenevoli.