Come orientarsi nei servizi dell’area handicap

Nell’arco degli ultimi anni la domanda dei servizi per gli handicappati

Questo fenomeno ha consentito di sviluppare sempre più
modalità di sostegno temporaneo o permanente alla famiglia e
alla persona con disabilità e di estendere gli interventi di
accompagnamento nel percorso all’autonomia.

L’assetto organizzativo territoriale su scala nazionale ha
consolidato e ampliato le proprie aree di intervento e di
sostegno.

Riportiamo voce per voce la rete dii servizi attualmente attivi a
cui poter fare riferimento.

  • Assistenza domiciliare: il servizio di Assistenza domiciliare
    consente alle persone e alle famiglie di disporre a domicilio di
    interventi e prestazioni infermieristiche, educative e
    assistenziali da parte di personale qualificato. L’accoglimento e
    la valutazione della domanda come pure il piano di lavoro è
    a cura del personale sociale dei nuclei di zona che stabiliscono
    l’intervento con gli enti ai quali sono stati assegnati gli
    interventi domiciliari.
  • Assistenza economica: l’assistenza economica consente alle
    persone con disabilità sia di far fronte alle spese
    ordinarie che di essere sostenute nel realizzo di progetti mirati
    scelti in autonomia e condivisi con i servizi. Il contributo
    economico è rapportato ai redditi del nucleo
    familiare.
  • Tempo libero: questo tipo di assistenza ha lo scopo di offrire
    momenti di svago durante il tempo libero e vacanze alla persona
    disabile. Le iniziative comprendono gite, spettacoli, mostre,
    attività sportive, veri e propri soggiorni
    vacanzieri.
  • Servizi di formazione per l’autonomia: si tratta di servizi
    territoriali la cui funzione è quella di consentire percorsi
    personalizzati nel contesto abituale di vita e di relazione per
    acquisire abilità sociali, maggior autonomia e sicurezza. La
    gestione di tali servizi è affidata a Enti del privato
    sociale che sono finanziati con contributi regionali e
    comunali.
  • Servizio di formazione lavoro: lo scopo del servizio è
    l’inserimento mirato nel mondo del lavoro di soggetti disabili. Le
    richieste vengono accolte e valutate da un primo nucleo di
    operatori, mentre un secondo team di operatori individua e sviluppa
    percorsi formativi e percorsi per l’integrazione nel mondo del
    lavoro. Il passo successivo è l’incontro tra ente e azienda
    con l’accordo e la realizzazione di piani di Tirocinio Formativo;
    Tirocinio Lavorativo; Borsa Lavoro; Progetti mirati.
  • Centri Socio educativi diurni o C.S.E: questo servizio si muove
    in una duplice direzione: da una parte quella di promuovere la
    crescita evolutiva di persone con ritardo mentale, offrendo loro
    progetti individualizzati. Dall’altra di dare un supporto alle
    famiglie durante la giornata.

Daniela Milano

Articoli correlati
La valle dell’Omo, dove la vita scorre con il fiume

Le tribù della valle dell’Omo in Etiopia vivono a stretto contatto con la natura e il fiume da cui dipendono. Questo reportage esclusivo racconta come la costruzione di una diga, i cambiamenti climatici e un boom turistico stiano mettendo a dura prova la loro capacità di preservare stili di vita ancestrali.