Come si evita il sovrappeso

Elemento fondamentale per sapere il giusto peso è conoscere la propria composizione corporea; in particolar modo la quantità di massa grassa.

Ma, se il sovrappeso è da evitare, come si può sapere
se il peso che ci indica la bilancia è da definirsi un peso
corretto?

In realtà l’elemento che definisce se un individuo è
magro o in sovrappeso è la composizione corporea, e non come
molti credono esclusivamente il peso.
Il peso corporeo è dato dalla somma dei principali
componenti strutturali del corpo umano quindi Tessuto Muscolare,
Tessuto Adiposo o Grasso e Tessuto Osseo.

Elemento fondamentale per sapere il giusto peso è conoscere
la propria composizione corporea; in particolar modo la
quantità di massa grassa. Il grasso corporeo si distingue in
grasso essenziale e grasso di deposito; un eccessivo incremento del
grasso di deposito porta al sovrappeso ed alla obesità.

Tra i metodi più comuni per calcolare la massa grassa di un
soggetto ci sono la plicometria e l’impedenziometria.
La prima misura la spessore delle pliche di grasso sottocutaneo in
alcune specifiche zone del corpo e va a calcolare attraverso
opportune formule il peso complessivo della massa grassa.
La seconda misura la resistenza offerta dal nostro corpo al
passaggio di una corrente poiché si è scoperto che
l’impedenza al flusso di elettricità (la resistenza al suo
passaggio) e direttamente proporzionale alla quantità di
grasso corporeo si utilizza il metodo impedenziometrico per
calcolare la massa grassa.

I valori corretti di percentuale di grasso corporeo, rispetto al
peso complessivo dell’individuo, sono diversi secondo il sesso e
leggermente maggiori nella donna (12 – 22%) rispetto all’uomo (7 –
15%).

 

sovrappeso

 

Il sovrappeso è definito esclusivamente dalla percentuale di
massa grassa, quindi dal peso di massa grassa dell’individuo e non
esclusivamente dal peso complessivo che si rileva da una normale
bilancia.

Per il calcolo del vostro “peso ideale” affidatevi a professionisti
che valutino la percentuale complessiva di grasso e vi aiutino a
prendervi cura del vostro corpo.

Emanuele Oliva

Articoli correlati
Quando i 42km sono tutti dietro e hai solo voglia di guardare il cielo. Maratona di Berlino 3:10:31

24 settembre: sono alla maratona di Berlino, la maratona dei record: 40.000 partecipanti e 8 record del mondo dal 1977 a oggi. Con New York, Londra, Chicago, Boston e Tokyo appartiene al circuito delle World Marathon Majors. È una delle gare più veloci del mondo. Partenza dal Tiengarten, il polmone verde di Berlino; l’arrivo, poco dopo la porta di Brandeburgo, toglie il fiato.

Marina Graziani. La corsa è la mia cura dell’anima

È raggiante, radiosa quando parla di corsa, di maratona, di campioni come Giorgio Calcaterra, ma anche di meditazione, di tv e di bellezza. Marina Graziani è una runner convinta: si allena a Milano, ha aperto un nuovissimo blog sul benessere fisico e interiore, ed è la madrina della Mezza d’Italia. Tutti insieme al via all’autodromo di Imola il 29 ottobre.

La casa dei runner

Dinamici, volitivi e inclini all’autodisciplina, i runner vivono il loro habitat domestico con tutta l’essenzialità, la rilassatezza e l’alto tasso di consapevolezza ecologica di chi è proiettato all’esplorazione del mondo esterno.

sponsorizzato da Comfort for my home