Commercio iniquo

Apogeo, 2005

Qui si punta il faro sulle materie prime: “Commercio iniquo”
s’intitola questo “romanzo nero delle materie prime” di Jean Pierre
Borìs che racconta, proprio come una “storia”, il viaggio
delle materie prime, dalla Costa D’Avorio al Vietnam, dal Guatemala
alla Birmania.

Tutti noi abbiamo in casa una tavoletta di cioccolato, ci
facciamo il caffè…

Ebbene. Dietro al cacao, al caffè, al riso, al cotone,
possono esserci storie di sofferenza, sfruttamento, ricatto, e
povertà.

Alla fine, questo libro dà anche qualche “istruzione per
l’uso” sul “commercio equo e solidale”. Con qualche nota critica. E
questo è davvero l’impennata finale di questo pamphlet,
un’argomentazione che non si ritrova da nessun’altra parte. Si
ipotizza che il commercio equo e solidale potrebbe, riscattando
dalla poverà alcune piccole realtà, mascherare il
permanere di altre più vaste situazioni di povertà
endemica.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati
Conto termico: stanziati gli incentivi

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che stanzia i circa 900 milioni di euro l’anno per migliorare le prestazioni energetiche degli edifici esistenti, attraverso un sistema di incentivi…