Comunicare l’ambiente: appuntamento a Venezia

Una “due giorni” sull’ambiente organizzata in concomitanza col primo compleanno del Protocollo di Kyoto: Bica 2006, al Terminal Passeggeri di Venezia.

La comunicazione occupa un ruolo centrale per uno sviluppo
economico – e sociale – sostenibile e rispettoso dell’ambiente.

Le campagne di sensibilizzazione, di informazione, i dati e i
sondaggi hanno un duplice valore: fotografano la situazione
restituendci una chiara impressione di come sta l’ambiente in cui
viviamo, e, nel contempo, fanno opera attiva di sensibilizzazione
facendoci capire quanto è importante difenderlo.

Alla Biennale Internazione di Comunicazione Ambientale infatti
vengono presentati tutti gli strumenti di comunicazione per
l’ambiente, fatti, nuovi idee e sondaggi. Tra i quali, questo:
alla domanda “Hai mai sentito parlare del Protocollo di Kyoto?” il
48,3 % degli intervistati ha dichiarato di non averne mai sentito
parlare, e tra i meno informati ci sono le donne; tra chi lo
conosce invece il 60 % dichiara che in Italia si sta facendo troppo
poco per attuarlo (sondaggio SWG).

Ecco dunque l’importanza di questo evento ideato da
Federambiente e Segest, appuntamento di riferimento per chi –
istituzioni, imprese e cittadini – si confronta ogni giorno con
l’ambiente, il suo sviluppo e la sua tutela e “crede nella
comunicazione ambientale come strumento e opportunità di
relazione, dialogo e crescita nel comune obiettivo di uno sviluppo
in armonia con l’ambiente”.

I convegni e i workshop esplorano tutte le possibilità di
comunicazione per diffondere la sempre crescente attenzione per
l’ambiente che deve carattrizzare la nostra era: si parla infatti
di Kyoto, ma non solo, si parla di come ridurre i consumi
energetici e della favorevole propensione dei cittadini al
risparmio. Gli inteventi sono di relatori di primissimo piano del
mondo ambientalista.

Parlare di ambiente vuol dire già difenderlo.

Barbara
Gugliotta

Articoli correlati