Con pane e marmellata

Un piccolo gesto quotidiano contribuisce a promuovere ogni giorno la dignit

Questo mese il commercio equo riflette sulla condizione
femminile, in particolare in quei paesi dove le donne sono spesso
soggette alle discriminazioni più dure. Il commercio equo
non è nuovo a questo genere di impegno: le donne che
lavorano in questo circuito riescono, attraverso la vendita dei
loro prodotti, a ottenere un?autonomia finanziaria altrimenti
negata e ad affermare così la loro capacità e il loro
talento a vantaggio di tutta la comunità.

La partnership tra Altromercato e l?associazione Meru Herbs
è un bellissimo esempio di questo impegno. Meru Herbs
raggruppa 470 piccoli coltivatori, in particolare donne, della
regione semiarida di Meru in Kenya, che producono e confezionano
camomilla, carcadè e diverse confetture extra: papaia e
passion fruit, mango, lo stesso carcadè e una crema di
frutta esotica.
Lo sviluppo del progetto di Meru Herbs contribuisce ad ampliare le
possibilità di impiego e di azione delle donne keniote, e il
surplus di prezzo garantito dalla vendita degli infusi e delle
confetture nel circuito del fair trade, oltre a sostenere
l?economia locale, finanzia parte dei costi di gestione di un
impianto irriguo, creato grazie a un progetto di recupero delle
risorse idriche della zona, che ha dato accesso all?acqua sia per
uso domestico che per l?irrigazione ad oltre 4000 persone.

Per questo, un piccolo gesto quotidiano, come spalmare alla
mattina una confettura di frutta esotica equa e solidale,
contribuisce a promuovere ogni giorno la dignità femminile.
Non solo l?8 marzo.

Elena Gatti

Articoli correlati