Cosa fare contro le zanzare?

Piccolo “vademecum” per ostacolare la presenza delle zanzare in città.

  • Evita il ristagno d’acqua, anche in modeste quantità in
    terrazzi, cortili, giardini e orti.
  • Pulisci periodicamente le grondaie e i tombini per favorire il
    deflusso delle acque piovane ed evitare così eventuali
    ristagni.
  • Sostituisci continuamente l’acqua di vasche e fontane evitando
    l’accumulo di detriti in putrefazione. E’ utile la presenza di
    pesci rossi o alborelle, che si nutrono di larve.
  • Svuota almeno ogni 2 giorni i sottovasi, le vaschette di
    condensa dei condizionatori e ogni altro contenitore d’acqua per
    evitare lo sviluppo delle larve della zanzara tigre.
  • Non abbandonare nell’ambiente contenitori che possono riempirsi
    d’acqua piovana. Se è inevitabile, coprili con teli
    impermeabili.
  • Introduci frammenti di rame metallico (10 grammi circa per ogni
    litro) nei sottovasi, nei recipienti, nei serbatoi, nelle fioriere.
    L’ossidazione del rame impedisce lo sviluppo delle larve.
  • Collabora con gli addetti alla disinfestazione, consentendo al
    personale incaricato dal Comune di accedere alle aree di
    proprietà privata per gli interventi necessari, soprattutto
    nelle aree di presenza della zanzara tigre.
  • Applica reti antizanzara alle aperture d’aerazione di cantine,
    sotterranei e locali caldaia, per ridurre il numero degli adulti
    svernanti, in quanto le zanzare trascorrono l’inverno in locali
    riparati.
Articoli correlati