Cosa si ascolter

Da venerd

La “chimica verde” è un grande argomento di Terra Futura,
complessivamente in sette convegni verrà trattato
l’argomento. Carburanti, polimeri e nuovi materiali, fibre per
tessuti, energia, colori e tinture, lubrificanti sono tutti
prodotti comunemente ad alta tossicità. Esistono tecnologie
e fonti di materie prime con i quali è possibile produrre
delle alternative assolutamente ecologiche. Soprattutto
l’agricoltura offre una vasta gamma di materie prime rinnovabili e
a basso impatto ambientale. Mobilità sostenibile, finanza
sostenibile con interventi di rappresentanti degli istituti bancari
più grandi tipo Banca Intesa e varie tematiche sociali sono
alcuni dei numerosi argomenti discussi. La domenica mattina
sarà dedicata a una tavola rotonda tra il Comitato di
Garanzia e le istituzioni, la società civile, il sindacato,
il mondo dell’impresa. Ci sarà anche la partecipazione di
Marco Roveda, fondatore di Lifegate, e di Vandana Shiva, grande
difensore della biodiversità.

Negli stand si potranno toccare con mano gli argomenti di Terra
Futura. Per esempio saranno presenti mucche, pecore e galli, come
risposta ai recenti scandali di prodotti provenienti da
allevamenti: i pastori di un podere mungeranno le pecore e
realizzeranno in diretta il formaggio. L’Associazione Provinciale
Allevatori (APA) della provincia di Firenze mostrerà la
mungitura di latte fresco di mucca, invitando a ripensare
l’allevamento in una dimensione locale. Il latte di mucca era un
tempo simbolo del lavoro contadino, mentre oggi viene associato
agli scandali finanziari e alle dispute economiche internazionali
nonché alle aberrazioni fisiologiche della mucca pazza. A
questo proposito sabato 3 alle ore 14 si potrà discutere con
il presidente della Mukkilatte di Firenze in un seminario sul tema
delle privatizzazioni.
Presso lo stand dell’Associazione Edilizia ci saranno tutti i
giorni tavole rotonde riguardo esempi e tecniche di
bioarchitettura. Lo stesso vale per gli stand dell’Associazione
Ambiente e delle Medicine non convenzionali.

Tra gli eventi segnaliamo anche una mostra in tredici pannelli del
calendario creato per aiutare le imprese a identificare metodi di
riduzione delle spese e di miglioramento delle prestazioni
ambientali. Questo potrà essere raggiunto tramite il
risparmio di energia e di acqua, un migliore sfruttamento dei
materiali, una più efficace gestione dei rifiuti, la
riduzione dell’inquinamento e una maggiore sicurezza e salute dei
dipendenti.

Venerdì sarà la presentazione del Rapporto State of
the World 2004 del Worldwatch Institute: tra l’altro interviene
Gary Gardner, direttore di ricerca dell’istituto. L’edizione
italiana del rapporto è stata messa a Impatto Zero.

indietro

Articoli correlati