Dal Brasile un bastimento carico di…

…petti di polli scadenti. Da oltre un anno sulle tavole degli italiani compaiono polli dal Brasile privi di sapore e di pessima qualità.

Secondo l’Unione Nazionale Consumatori, da oltre un anno sulle
tavole degli italiani compaiono polli dal Brasile privi di sapore e
di pessima qualità, la cui provenienza d’origine non
è riconoscibile. Un vero e proprio inganno ai danni dei
consumatori, reso possibile dalla facoltà di apporre in
etichetta la “I” di Italia ai quei prodotti che, anche se
importati, vengono lavorati in laboratori nazionali.

I polli brasiliani, evidenzia l’UNC, vengono alimentati con farine
animali e crescono bombardati di antibiotici. Le carcasse di questi
polli, inoltre, vengono immerse in acqua per aumentarne
artificiosamente il peso. Luoghi privilegiati di smercio
dell’inquietante prodotto, sono risultati essere le mense
collettive, i ristoranti, gli alberghi, ma anche negozi e
supermercati.

Articoli correlati