Dalai Lama. Donare felicità per ricevere felicità

Non è necessario essere buddisti per ascoltarlo. È interessante il suo approccio positivo alle problematiche esistenziali in questo momento così difficile per il nostro pianeta.

Promuove un’etica comune dove è più che mai importante raggiungere una “compassione” globale,  al di là di qualsiasi religione. La società moderna incoraggia la distrazione e l’evasione, ma in realtà ci allontana da noi stessi e ci fa sentire insoddisfatti.

 

Le due giornate di pace e di attenzione al “sé” sono state utili per percorrere un viaggio interiore nell’anima, spesso dimenticato. Molti gli spunti per riflettere sulla propria esistenza e riscoprire la spiritualità. Nella vita le emozioni possono unire o dividere i popoli e bisogna essere consapevoli che le azioni di tutti hanno un impatto a livello planetario. I destini sono interconnessi influendo sullo stile di vita delle persone di tutto il mondo. Diventa imprescindibile concentrarsi sulle scelte da intraprendere. Ognuno di noi può scegliere su quali binari far correre la propria vita: con valori e principi sani, seguendo un’etica di comportamento altruista, si fa del bene agli altri oltre che a noi stessi. Così, giorno per giorno, si costruisce la propria felicità.

Articoli correlati