Dall’America un nuovo contraccettivo

L’Institute for Reproductive Health ha messo a punto un nuovo metodo contraccettivo che segue i ritmi della natura, senza forzature.

L’Institute for Reproductive Health della Georgetown University
(Washington) ha messo a punto un nuovo metodo contraccettivo che
segue i ritmi della natura, senza forzature.

Battezzato “TwoDay” è basato sulla presenza di perdite
vaginali per due giorni consecutivi, un criterio valido per
determinare i giorni a rischio. I giorni considerati “sicuri”
sarebbero il giorno stesso in cui non vi è traccia di
perdite vaginali e quello precedente, mentre quelli fertili sono i
giorni in cui si nota un aumento delle perdite.

TwoDay è stato realizzato a partire da una serie di dati
raccolti a Padova grazie al dipartimento di statistica
dell’Università con la collaborazione dei centri per la
regolazione naturale della fertilità che hanno considerato
l’approccio statistico come un punto di partenza importante per
valutare l’efficacia del metodo.
Un presupposto ineludibile da parte della donna interessata: un
ciclo regolare, regolarissimo.

Articoli correlati
Pillola per la menopausa

la pillola usata dalle donne durante la menopausa favorirebbe l’insorgenza del tumore al seno e di alcune patologie cardiovascolari.